CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Una Lecco sotto choc piange le tre sorelle

Più informazioni su

Gesto folle della madre albanese di 38 anni, conseguenza della separazione dal marito e delle pessime condizioni economiche della famiglia. La donna piantonata in ospedale. “Ero disperata” ha ripetuto agli inquirenti. VIDEO, I CARABINIERI E IL LUOGO DEL DRAMMA.

 

 

 

Una città sotto choc, sgomenta. Ancora incredula che sia potuto accadere nel rione di Chiuso, frazione di Lecco. Una 38enne albanese ha ucciso con due coltelli le sue tre figlie, di 13, 10 e 4 anni. Poi ha messo i loro corpi sul letto della camera e ha suonato a una vicina: “Le mie bambine non ci sono più”. E ha tentato il suicidio. La donna è ora in stato di fermo per triplice omicidio. “Sono stata io, ero disperata”, ha detto agli inquirenti confessando le proprie responsabilità. La famiglia versava in pessime condizioni economiche, ma sembra che alla base del gesto ci sia stata la decisione del padre delle tre ragazza di separarsi.

 

{youtube}ZHFw7_o5Eng{/youtube}

 

Dopo gli omicidi, la donna ha tentato di togliersi la vita ferendosi le braccia. Per questo è stata ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale “Manzoni” di Lecco con lievi ferite. Proprio all’interno della struttura ha raccontato tutto ai carabinieri, come reso noto dal comandante provinciale, Rocco Italiano. “Non volevo che vivessero una vita di disperazione”, avrebbe detto Edlia Dobrushi agli inquirenti, giustificando così i tragici omicidi.  La donna avrebbe usato due coltelli per il suo folle gesto

 

{youtube}qQ_CC1Y6EwM{/youtube}

 

Sgomento nel rione di Chiuso a Lecco, oggi non si parla d’altro. Anche il parroco conosceva la maggiore delle ragazzine, che frequentava il catechismo sebbene la famiglia fosse di religione musulmana. Due delle piccole uccise da Edlira Dobrushi sarebbero state accoltellate nel sonno; la terza invece, probabilmente la più grande, ha tentato di difendersi dai fendenti della madre. Il marito di Edlira Dobrushi, la donna albanese di 37 anni che ha ucciso le sue tre figlie, aveva da poco una relazione con un’altra donna. Il particolare è stato confermato dai carabinieri. Pare anche che la nuova amica fosse partita con lui per l’Albania. Un elemento che potrebbe aver alimentato la disperazione della donna. Partito in Albania per informare la famiglia della separazione -Bashkim Dobrushi, di 45 anni, è un operaio metalmeccanico che da 15 anni vive stabilmente in Italia e ha doppia cittadinanza, incensurato, è rientrato ieri sera a Lecco

Più informazioni su