CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Super rimborsi, rischiano anche i comaschi

Più informazioni su

Per la Procura di Milano, che ha concluso le indagini a carico di oltre 60 persone del consiglio regionale, l’accusa è di peculato: tra gli indagati anche Bianchi (Lega) e Gaffuri (Pd) tuttora in servizio, a Rinaldin il record con oltre 80.000 euro. LEGGI QUI IL DETTAGLIO.

 

 

 

Adesso tocca a loro. Cercare di “ribaltare” le conclusioni della Procura della Repubblica di Milano che ha chiuso l’inchiesta aperta nei confronti di 55 ex consiglieri regionali lombardi, di nove ex assessori e di un collaboratore del consiglio accusati di peculato per le presunte spese ”pazze” rimborsate, con denaro dell’erario, dal Pirellone. E tra coloro che sono accusati di avere percepito indebitamente i rimborsi anche quattro comaschi – due tuttora in funzione – che rischiano il processo. Si tratta del consigliere di Vercana Dario Bianchi, 55 anni (Lega Nord), dell’ex assessore regionale Pdl Giorgio Pozzi, 58 anni, di Mariano Comense, di Gianluca Rinaldin, 40enne di Faloppio e di Luca Gaffuri (Pd), 48 anni, ex capogruppo del Pd in Regione, ora solo consigliere regionale (rieletto a febbraio del 2013 come pure Bianchi)

LE CONTESTAZIONI

La Procura contesta a Dario Bianchi un peculato per 19.409 euro, a Rinaldin 81.357 euro, a Pozzi 5.855, a Gaffuri 10.360 euro. Tutti sostengono, con vari distinguo, che quelle cifre sono state utilizzate per attività legate alla loro presenza in consiglio.


Più informazioni su