CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Nessun processo”, E Favara resta nel Pd

Più informazioni su

Il consigliere comunale di maggioranza, dopo la critiche a Lucini con una lettera aperta, chiamato dalla segreteria provinciale del partito. “Tre consiglieri mi hanno espresso solidarietà, al sindaco dico di aprire un confronto sereno con i commercianti e non arroccarsi sulle sue posizioni”.

 

 

 

 

Ride e precisa subito che non ha subito alcun “processo”. “No, è stato un confronto sereno con la segreteria cittadina, provinciale e tutti i consiglieri comunali”. La precisazione è di Gioacchino Favara, consigliere comunale di Como del Pd, autore nei giorni scorsi dell’esternazione – con una lettera aperta – su Lucini paragonato ad un pastore cieco. Ieri sera, dunque, Favara richiamato dalla direzione provinciale. Niente processo, per sua stessa ammissione, ma un forte richiamo da parte dei vertici del partito. Favara, nella rubrica “In poche parole”, ha poi spiegato di aver ricevuto solidarietà da tre consiglieri della stessa maggioranza, che ora si deve aprire al confronto con i commercianti – invito per il sindaco – e che resta nel Pd anche se con opinione differente rispetto a sindaco e giunta anche sulla Ztl.

“Inutile arroccarsi sulle posizioni, secondo me si deve ascoltare i commercianti: l’ho detto a Lucini come consigliere ed amico, spero mi ascolti. Il mio ruolo ? Resto nella maggioranza come sono stato eletto, ci mancherebbe. Ma continuerò a dire le cose che non vanno per il bene della città e dei suoi residenti”.

Più informazioni su