CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

A casa il sospettato delle rapine in centro

Più informazioni su

La Procura di Como chiede la sua scarcerazione dopo tre settimane: i risultati degli accertamenti dei carabinieri lo scagionerebbero del tutto dalla responsabilità per l’aggressione in via Italia Libera e via Borsieri. Anche il suo legale ha presentato una testimonianza importante a suo favore.

 

 

 

Fuori dal carcere dopo tre settimane. A casa, senza alcun vincolo. E’ stata la Procura di Como a chiedere ed ottenere dal Gip la scarcerazione del giovane di Tavernerio arrestato dai carabinieri tre settimane fa e sospettato di essere stato l’autore di due rapine, in pochi minuti, in orario serale ai danni di altrettante donne in centro Como: una in via Italia Libera, dopo aver lasciato l’auto, l’altro in una lavanderia di via Borsieri. E proprio qui, sul registratore di cassa, i carabinieri non hanno trovato impronte compatibili con le sue. Uno dei pochi elementi che lo avrebbero potuto incastrare. Invece gli accertamenti sono negativi. A questo si aggiunge anche un testimone che, secondo il legale del giovane di Tavernerio, lo scagionerebbe del tutto dalle responsabilità. E così ecco la richiesta della procura: il ragazzo può uscire dalla cella, con tante scuse per averlo trattenuto tre settimane…

Più informazioni su