CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cernobbio e Olgiate, controlli e denunce

Più informazioni su

I carabinieri si mobilitano per cercare di stroncare il fenomeno delle razzie nelle case. Fermati due nomadi piemontesi: per loro il foglio di via del Prefetto. Ad Albiolo un ragazzo si rifiuta di sottoporsi a controllo fuori da un bosco. Ad Olgiate fermato un uomo senza la patente di guida.

 

 

Nuovi controlli intensi dei carabinieri della compagnia di Como per prevenire il verificarsi di furti o rapine e per il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti. In particolare, i militari della stazione di Cernobbio, in via Privata Colorina, alle ore 19.00 circa, durante un servizio di perlustrazione, hanno fermato un’autovettura FIAT 500 di colore bianco, con una striscia tricolore longitudinale, con a bordo due uomini, rispettivamente nati ad Ivrea e Torino, residenti in provincia di Vercelli e Asti, classe 1971 il primo e 1994 il secondo, di fatto domiciliati entrambi presso un accampamento nomadi piemontese. I due, già noti alle forze di polizia, sottoposti a perquisizione personale e dell’autovettura, sono stati trovati in possesso di due apparati ricetrasmittenti, ma privi di telefono cellulare. Portati presso il comando provinciale carabinieri di Como e foto segnalati, sono stati proposti per un foglio di via obbligatorio. Molto probabile che avessero intenzione di commettere furti, sventati dall’intervento dei carabinieri.

Gli stessi carabinieri di Cernobbio , in piazza Risorgimento di quel comune, alle ore 22.30 circa, nei pressi dell’imbarcadero, controllavano tre giovani, due dei quali (un abitante di Cernobbio del 1988 e uno di Como del 1991) venivano trovati in possesso di tre contenitori (una provetta, una scatola metallica ed un involucro in cellophane) contenenti alcune dosi di marijuana. Gli stessi, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti. I militari di Olgiate Comasco, invece, ad Albiolo , nel tardo pomeriggio, si sono appostati al di fuori di una zona boschiva, già teatro di spaccio di sostanze stupefacenti, ed hanno fermato un motorino KIMKO condotto da un 40enne nato a Legnano e residente in provincia di Varese, il quale si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti previsti dall’art.187 del codice della strada (guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti) e per questo gli è stata ritirata la patente di guida e sequestrato, ai fini della confisca, il motorino.

Gli stessi carabinieri di Olgiate Comasco, alle 21 circa, ad Olgiate Comasco sulla Lomazzo – Bizzarone, hanno fermato un altro 39enne, questa volta nato in Romania e residente in provincia di Varese, alla guida di un ciclomotore Yamaha Neos, sprovvisto di patente di guida (mai conseguita). Anche in questo caso il ciclomotore è stato sequestrato e l’uomo denunciato per guida senza patente.

 

 

 

Più informazioni su