CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Zingaretti in scena a Chiasso per due sere

Più informazioni su

Attesa per il popolare attore, qui nel doppio ruolo, che porterà in scena al Cinema Teatro “La torre d’avorio” lunedì 3 e martedì 4 febbraio alle ore 20.30. Sul palco, al suo fianco, ci saranno Gianluigi Fogacci, Caterina Gramaglia e Paolo Briguglia.

 

 

 

 

Noto al grande pubblico per avere dato il volto in tv al commissario Montalbano, Luca Zingaretti porterà in scena al Cinema Teatro di Chiasso “La torre d’avorio”, lunedì 3 e martedì 4 febbraio alle ore 20.30. Sul palco al fianco di Zingaretti, qui nel doppio ruolo di attore e regista, ci saranno Gianluigi Fogacci, Caterina Gramaglia e Paolo Briguglia. Lo spettacolo – testo di di Ronald Harwood – pone sotto i riflettori uno dei problemi più discussi e irrisolti della storia: l’autonomia dell’arte di fronte alla politica. La vicenda si svolge a Berlino nel 1946 quando la caccia ai sostenitori del caduto regime nazista è in pieno svolgimento. Viene così convocato il più illustre esponente dell’alta cultura tedesca, il direttore d’orchestra Wilhelm Furtwängler. Il musicista non era stato nazista e anzi non aveva nascosto di detestare le politiche del Terzo Reich. Ma nel buio periodo dell’esodo di molti intellettuali che avevano preferito trasferirsi all’estero, lui era rimasto in patria e aveva svolto la sua attività in condizioni privilegiate, scegliendo di tenere accesa la fiaccola dell’arte e della cultura, convinto che non avesse connotazione politica. Ma ecco ora che i vincitori vogliono far crollare anche questo superstite mito della superiorità germanica e affidano l’indagine a un maggiore dell’esercito immune al fascino dell’artista. Il caso Furtwängler suscita interrogativi che nessuna formula sembra aver risolto ancora oggi. Costo dei biglietti: Primi posti 35 euro (ridotti 30) Secondi posti 30 euro (ridotti 26). Informazioni www.chiassocultura.ch

 

Più informazioni su