CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Gli albergatori contro gli abusivi del turismo

Più informazioni su

Inviata oggi una lettera ai Comuni della Provincia e all’Amministrazione Provinciale per chiedere maggiori controlli sul proliferare di strutture ricettive che spesso si connotano come b&b, appartamenti in affitto e residence, ma in realtà senza averne le reali caratteristiche. Un problema molto sentito.

 

 

 

Gli albergatori dì Confcommercio Como chiedono maggiori controlli sullo sviluppo delle attività ricettive abusive. Secondo la categoria, è sempre più evidente nel territorio il proliferare di strutture ricettive che spesso si connotano come b&b, appartamenti in affitto e residence, ma senza averne le reali caratteristiche. Sono stati denunciati casi in cui proprietari di immobili “sfrattano” i propri inquilini nell’ottica di trasformare gli appartamenti in strutture di questo genere. “Questo non significa fare turismo –  afferma il Direttore di Confcommercio Como Graziano Monetti (NELLA FOTO) – questo significa improvvisarsi operatori del turismo e creare concorrenza sleale alle imprese che invece svolgono l’attività in modo responsabile e sono soggette a obblighi, adempimenti e controlli per la sicurezza delle strutture stesse e degli ospiti.”

Per questo motivo e con lo scopo di chiedere maggiore ed efficace controllo, Confcommercio Como ha inviato nelle ultime ore una lettera ai Comuni della Provincia di Como nonché all’Amministrazione Provinciale. “La preoccupazione maggiore è che tali strutture promuovono la loro offerta sul web in modi non coerenti con la loro autorizzazione – afferma il Presidente degli Albergatori Roberto Cassani – e recensioni, pubblicate dagli utenti, gettano ulteriori dubbi sulla gestione di altri aspetti, a partire dalla somministrazione degli alimenti. Gli albergatori non contestano l’apertura di b&b e attività extralberghiere, a condizione che ciò avvenga nel rispetto delle normative vigenti .”

Più informazioni su