CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Stop clandestinità”, Molteni all’attacco

Più informazioni su

Il parlamentare canturino della Lega Nord tra i protagonisti della manifestazione di protesta oggi fuori da Montecitorio. “Quei senatori che hanno votato questa cosa si devono vergognare di fronte all’Italia”. E poi la promessa:”Settimana prossima un emendamento a mia firma per ripristinare questo reato”.

 

 

 

 

 

Sabato fuori dal Bassone, oggi fuori da Montecitorio. Nicola Molteni, il parlamentare canturino della Lega Nord, vive giorni intensi e di polemiche. E dopo aver preso parte, sabato appunto, alla manifestazione fuori dalla struttura di Albate per chiedere che non venga attuato il cosiddetto “svuota-carceri”, oggi era con altri militanti della Lega a Montecitorio. All’esterno per chiedere al Governo ed al Ministro Kyenge di ripensare a quello che il Senato ha deciso: cancellato il reato di immigrazione clandestina, ora testo atteso alla Camera. Molteni parla espressamente di vergogna:”Si – spiega a CiaoComo – quei senatori che hanno votato questa cosa si devono vergognare davanti agli italiani ed agli stessi immigrati regolari. Perchè in tutti i paesi d’Europa l’immigrazione clandestina è un reato, da noi no. E questo vuol dire – spiega ancora Molteni – aprire le porte ad una invasione di massa. Questa è la resa netta dello Stato davanti all’illegalità”.

Ma poi il deputato del Carroccio ritrova la sua combattività. E rilancia:”Noi non ci fermiamo qui. Io non mi fermo qui. Appena riprendono i lavori alla Camera, settimana prossima, presenterò un emandamento nel quale chiedo che venga raccolto l’invito della Lega di reintrodurre questo reato. Altrimenti sarà una vergogna da parte di tutti”.

Più informazioni su