CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Libertas parte bene, poi si arrende a Sora

Più informazioni su

Prima gara del 2014 per la formazione brianzola di volley maschile di A2. Vinto il primo set sul terreno di una delle favorite per la promozione, poi Gerosa e compagni restano in partita contro una squadra ostica. I padroni di casa spingono nel terzo set, Cantù si innervosisce anche per alcune decisioni arbitrali.

 

 

Dopo la lunga pausa a causa del ritiro di Avellino e della sosta per

la Coppa Italia Cantù torna sottorete contro un avversario di rango

come la Globo Sora, seconda forza del campionato. Nel primo match del

2014 nessun timore reverenziale ad ogni modo per il rientrate capitan

Gerosa e compagni. Il primo set viene interpretato in maniera perfetta

dalla formazione di coach Della Rosa. E’ una bella battaglia punto a

punto, ma Cantù non sbaglia praticamente nulla e dopo tre quarti d’ora

chiude sul 25-22. Anche il secondo parziale si apre sul filo

dell’equilibrio. Morelli, Mercorio & Co. Tengono fino al 23-23, ma poi

un errore dei brianzoli chiude di fatto il set.

Sora esce con tutta la sua energia nel terzo e quarto parziale. Nel

terzo in particolare la Cassa Rurale mal digerisce alcune situazioni

di gioco con decisioni arbitrali al limite e finisce per innervosirsi.

Dall’altra parte il laterale brasiliano Verissimo fa fuoco e fiamme e

il parziale conclusivo è pesantissimo 25-16. Più combattuto il quarto

e ultimo parziale, con Sora avanti, ma Cantù capace di riprende gli

avversari sul 18-18, poi un nuovo break dei padroni di casa che si

rivela decisivo.

“Abbiamo perso 3-1come all’andata,ma in questa partita abbiamo giocato

spesso alla pari – dice il coach Massimo Della Rosa – a Cantù per due

set non avevamo visto la palla, qui invece se avessimo chiuso anche il

secondo parziale a nostro favore saremmo qui a parlare di un’altra

parita”.

Qual è stata la svolta del match. “Ma l’analisi a caldo dice che loro

hanno avuto un giocatore, il brasiliano Verissimo, capace di attaccare

con il 73%. Una percentuale pazzesca. Ho provato a girare la

formazione e a mettergli davanti un muro diverso, ma non è servito a

nulla. Verissimo è un giocatore non molto alto, ma velocissimo che

gioca una palla molto spinta e ha una serie di colpi incredibile. Ci

giocava sulle mani, dentro il muro, ci ha fatti neri”. All’andata

c’era il “gigante” Guttman, ora il “nano” Verissimo, ma il risultato

non cambia. “In effetti troviamo sempre dei posti quattro con

percentuali importantissimi. Comunque non è stata una prestazione solo

negativa la nostra. Abbiamo recuperato Gerosa e giocato una buona

pallavolo nel primo set, quando Sora era invece un po’ contratta”.

 

 

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3

Libertas Cassa Rurale Cantù 1

SET 1 22 – 25 43′

SET 2 25 – 23 29′

SET 3 25 – 16 22′

SET 4 25 – 20 29′

 

Globo Banca Popolare del Frusinate: Beccaro, Daldello 4, TOmassetti 9, Verissimo 14, Tamburo 15, Casarin 2, Salgado 7, Cittadino, Rizzo (L). Ne: Corsetti, Gradi, Bonami. All. Fenoglio. Ass. Colucci

Libertas Cassa Rurale Cantù: Morelli 20, Monguzzi 5, Spirito, Mercorio 10, De Luca 3, Gerosa 3, Ippolito 13, Robbiati 5, Butti (L). Ne Bargi, Riva e Fiorelli. All. Della Rosa. Ass. Redaelli

Più informazioni su