CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Niente di immorale: una scelta inevitabile

Più informazioni su

Così il vice direttore della Sisme di Olgiate:”La solidarietà non piu’ sostenibile, scelta indispensabile per avere ancora un futuro produttivo”. OLtre 200 famiglie rischiano di non  poter pagare bollette e mutui. Fortissimo impatto sociale in tutta la zona.

 

 

 

 

Niente di immorale, ma una decisione sofferta ed inevitabile. «La solidarietà non era sostenibile». Il vice direttore generale di Sisme, Serena Costantini, respinge le accuse dei sindacati e difende la decisione dell’azienda di lasciare a casa 223 persone, in esubero da inizio anno e che nelle prossime ore – sicuro da lunedì – riceveranno le lettere di licenziamento.

La Costantini è chiara:«Abbiamo creduto nella solidarietà, ma abbiamo sempre chiarito che si sarebbero dovute realizzare alcune condizioni affinché fosse sostenibile». Poi, quasi come una beffa per chi resterà a casa, anche il futuro della ditta di Olgiate che attualmente occupa quasi 500 operai. Secondo la vice-direttrice generale «L’azienda non è in vendita ed anzi può avere un futuro sempre ad Olgiate con i rimanenti dipendenti. Obiettivo sviluppare nuovi prodotti in Italia». Ma nell’olgiatese l’allarme sociale per l’impatto di questi esuberi è alto e devastante. Intere famiglie rischiano di non potere pagare bollette e mutuo nelle prossime settimane.

Più informazioni su