CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Zelbio, trovato morto l’escursionista disperso

Più informazioni su

Fine delle speranze nel corso della notte al Pian del Tivano dove l’uomo ieri era scivolato sotto gli occhi di alcuni amici. il 46enne della Valle d’Aosta è stato notato in un cunicolo senza vita dagli uomini del Soccorso alpino. Difficili le ricerche. VIDEO, LE DIFFICOLTA’ DI AFFRONTARE LA GROTTA. VEDI LA FOTOGALLERY DEL RECUPERO DELLA SALMA.

 

 

 

 

Fine delle speranze a Zelbo. Proprio nella notte il corpo senza vita del 46enne escursionista della Valle d’Aosta Gianluca Girotto è stato trovato privo di vita – probabilmente annegato – in un cunicolo della grotta Tacchi a Zelbio dove ieri pomeriggio era caduto durate una escursione con altri amici del Cai Valle d’Aosta. Difficili, molto complesse, le operazioni di soccorso e recupero. Perchè il corpo è finito in una zona dove scorre il fiume sotterraneo, molto impetuoso per la grande quantità di acqua presente. E gli uomini del Soccorso alpino, unitamente ai vigili del fuoco, hanno faticato parecchio per raggiungere il luogo dove era stato trascinato Girotto. Il recupero proprio nel cuore della notte.

Davvero incredibili le circostanze, riferite dai compagni di cordata, dell’incidente. Girotto è scivolato nel torrente e poi è subito scomparso dopo che il gruppo si era fermato in quel cunicolo sotterraneo della grotta carsica lunga quasi 10 chilometri per ammirare proprio il fiume, uno degli angoli piu’ suggestivi del complesso. Da allora le ricerche sono andate avanti senza sosta; decine di uomini impegnati. In posto anche i sub dei vigili del fuoco che non hanno potuto immergersi vista la fortissima corrente.

ECCO L’INTERNO DELLA GROTTA DOVE E’ AVVENUTA LA TRAGEDIA.

{youtube}cHqhqJBAAno{/youtube}

 

{youtube}WMOnsZPo1Q8{/youtube}

 

Sono state coinvolte l’intera IX delegazione speleo lombarda, la XIX delegazione alpina lariana, speleosub addestrati nella gestione in sicurezza di interventi di recupero in grotte subacquee e tecnici disostruttori specializzati nell’allargamento artificiale delle strettoie che ostacolavano la progressione della speciale barella con il corpo dello speleologo.

{becssg}immagini/notizie-2014/gennaio/2014_01_06_Zelbio_Grotta_Tacchi{/becssg}

Più informazioni su