CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Furto di fiches al Casinò: patteggia 10 mesi

Più informazioni su

 

altIl 72enne, arrestato con l’accusa di furto aggravato di gettoni di valore, questa mattina in Tribunale a Como per il rito direttissimo. Concordata con Pm e giudice la pena, l’uomo sconterà la pena ai domiciliari nell’abitazione di Albenga.

 

Ha patteggiato 10 mesi, che sconterà ai domiciliari, il 72enne accusato di furto aggravato al Casinò di Campione. Luigi Turri, questo il nome del pensionato di Albenga (Savona), arrestato dai Carabinieri per aver rubato le fiches sui tavoli da gioco a Capodanno a Campione d’Italia. L’uomo con una tecnica davvero sopraffina è riuscito a sottrarre i gettoni di valore: puntava il minimo, ma con il nastro biadesivo messo all’interno della mano, riusciva a sottrarre le fiches ad altri giocatori. Non è la prima volta che l’uomo viene sorpreso a fare il furbetto all’interno della casa da gioco campionese. Il 72enne era stato inibito ben 4 volte di entrare al Casinò, da qui la decisione di utilizzare un documento falso per superare i controlli all’ingresso. Questa mattina Turri, assistito dal suo legale Luca Gabrielli, in Tribunale a Como per rito direttissimo (Pm Mariano Fadda). Per lui l’accusa di furto aggravato di gettoni, ma anche di ricettazione del documento avendo rubato una carta d’identità per introdursi alla casa da gioco campionese. Chiesto il patteggiamento dal suo avvocato, il giudice Carlo Cecchetti lo ha condannato a 10 mesi, che l’uomo sconterà presso l’abitazione della moglie in Liguria.

Al momento dell’arresto Turri, incastrato da immagini delle telecamere di sorveglianza, è stato trovato in possesso di tre rotoli di nastro biadesivo utilizzato per sottrarre le fiches, ma anche di 1.000 franchi e 100 euro in contanti. I carabinieri nel corso delle indagini hanno anche valutato l’ipotesi di un complice ma il 72 enne di Albenga sembra essere l’unico colpevole del furto dei gettoni.

 

Più informazioni su