CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Morire a 19 anni e Cabiate è sotto choc

Più informazioni su

Il dramma ha coinvolto un ragazzo in vacanza con la famiglia a Madesimo. Dopo il brindisi di Capodanno, di rientro nell’abitazione di montagna, il dramma. Si è sentito male ed è deceduto quasi subito, Inutili tutti i tentativi di salvarlo. Amici e conoscenti senza parole: affidano ai social-network il ricordo di “Alby”.

 

 

 

 

Un tremendo dramma. E ora tutto il paese – Cabiate – è sotto choc via via che la notizia si sta diffondendo. Un ragazzo di 19 anni, Alberto Crippa (nella foto a lato con uno dei suoi idoli, il, capitano interista Zanetti), è morto nella notte di Capodanno mentre era con i suoi parenti a Madesimo. Lì stava trascorrendo le vacanze di Natale e di fine anno in una abitazione di via alla Fonte a Madesimo Improvviso il malore. Il 118 è stato velocissimo, ma il cuore di “Alby” – così lo chiamavano tutti – aveva quasi già smesso di battere. Un improvviso malore, forse un infarto, forse un problema legato al freddo intenso. La Procura di Sondrio dovrebbe decidere di far eseguire l’autopsia prima della restituzione della salma ai familiari.

Alberto era grande appassionato di calcio (tifoso dell’Inter) e di Basket (Pallacanestro Cantù), studente all’Istituto tecnico commerciale di Desio, era anche un fans sfegatato di Ligabue. una sorta di beffa del destino, a Natale aveva ricevuto in dono proprio il biglietto per assistere ad un concerto dei prossimi mesi del popolare cantautore a San Siro. In queste ore gli amici ed i compagni di scuola lo ricordano attoniti. Affidano i loro ricordi alle pagine dei social-network dove “Alby” aveva anche postato alcune sue foto con giocatori dell’Inter.

Più informazioni su