CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Global Sport Lario in prima linea per la salute mentale

Più informazioni su

 

altL’associazione sportiva dilettantistica nata nel 2004,  con lo scopo di promuovere la pratica dello sport tra le persone che afferiscono ai servizi di salute mentale, pronta per i festeggiamenti del decennale.

 

Duecentocinquanta soci che praticano abitualmente almeno uno dei 12 sport proposti, oltre 450 giornate di sport, nell’arco dell’ultimo anno, a cui sono intervenuti più di 4.700 partecipanti. Sono solo alcuni dei numeri che evidenziano l’attività di Global Sport Lario, associazione sportiva dilettantistica che nel 2014 festeggerà il suo decennale.

Nata il 24 marzo 2004 grazie alla disponibilità di alcuni volontari e al sostegno del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Ospedaliera “Ospedale Sant’Anna” di Como (in particolare attraverso il Programma regionale di azioni innovative “Una rete per la salute mentale”), l’associazione comasca si occupa di coinvolgere nelle attività sportive i pazienti seguiti dal servizio psichiatrico.

Un bilancio dell’attività finora svolta e le iniziative organizzate per festeggiare il decennale, che ha ottenuto il patrocinio dell’Ao comasca, sono stati presentati stamattina presso il Centro Diurno del Dsm di via Vittorio Emanuele alla presenza di Claudio Cetti, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ao Sant’Anna, Nicola Bianchi, educatore del Centro Diurno, Silvano Imperiali, presidente di Global Sport Lario, e Stefano, socio di Global Sport Lario.

Le ricerche indicano lo sport e l’attività fisica essenziali nel coadiuvare gli interventi di cura in ambito psichiatrico: contribuiscono al contenimento degli effetti collaterali delle terapie farmacologiche, migliorano le condizioni fisiche generali, incentivano un corretto stile di vita e, fondamentale, producono benefici sul piano socio relazionale. Le persone con problematiche psichiatriche spesso si trovano a vivere una condizione di deprivazione progressiva dei ruoli sociali e con un alto rischio di esclusione dalla vita attiva. La malattia mentale presenta degli effetti secondari come la perdita del lavoro e la voglia di fare. Si tratta quindi di attivare la parte sana delle persone e di far riprendere il gusto per la vita. Attraverso lo sport si comincia a stare meglio – si dimagrisce, perché uno degli effetti secondari della malattia è l’aumento di peso – e si mette in atto un circolo virtuoso che passa dal benessere fisico a quello relativo a “cuore e mente”: sul campo germogliano nuove relazioni, desideri e capacità sopite.

Global Sport Lario si prefigge di incentivare la pratica dell’attività sportiva a prescindere dalla prestanza fisica e dalla possibilità di ottenere buoni risultati agonistici, nella convinzione che attraverso lo sport si possa raggiungere anche la salute mentale oltre a quella fisica. Lo sport praticato è anche ambito in cui vivere la propria cittadinanza attiva. Lo sport unisce, crea sinergie, mette in relazione le persone, permette di acquisire competenze e raggiungere obiettivi. Per questo nell’associazione, oltre a fruire delle attività, c’è modo di assumere responsabilità e funzioni, con e alla pari tra i soci e, sempre per amplificare il coinvolgimento di tutti, al totale di 249 soci contribuiscono in modo diversificato diverse tipologie di persone: 189 utenti (73%), 32 educatori (13%), 20 volontari (9%), 5 infermieri (3%), 2 psicologi (1%) e 1 medico (1%).

Le iniziative del decennale

Diverse le iniziative per celebrare i dieci anni di attività di Global Sport Lario: una mostra che ne ripercorre la storia allestita al DSM in via Vittorio Emanuele 112 a Como, il calendario 2014 “Global… mente …sport” creato insieme all’associazione Oltre il giardino con la collaborazione del fotografo Gin Angri, la maglietta ricordo personalizzata dalla grafica di Tomaso Baj e un grande evento nel maggio 2014.  Sarà questa l’occasione per sottolineare e ricordare il ruolo di risorsa sociale di Global Sport Lario, luogo in cui si dimostra che psichiatria non è sinonimo di investimento a fondo perso, che gli utenti inseriti in contesti emancipati diventano a loro volta strumento di emancipazione per gli altri utenti ma, e molto significativamente, strumenti di emancipazione per la società tutta. Obiettivo ultimo e “alto” è rendere consapevole la società che le persone affette da malattia mentale possono essere una risorsa se alleviate dal peso di pregiudizi ed esclusioni.

 

Dallo statuto: “L’Associazione è un centro permanente di vita associativa a carattere volontario e democratico la cui attività è espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo. Essa opera per fini sportivi, ricreativi e solidaristici; si propone di offrire ai soci idonei ed efficienti servizi relativi alle loro esigenze motorie e sportive, ricreative e culturali. Essa inoltre rivolge particolare attenzione al benessere psichico degli associati, privilegiando tra gli scopi la riduzione dello stigma sociale connesso alle malattie psichiatriche.” Per raggiungere questi scopi è necessario “promuovere una costante collaborazione con le strutture del Dipartimento di Salute Mentale di Como, allo scopo di ottenere la necessaria consulenza e il massimo sostegno nello svolgimento delle attività che assumono una importante valenza di supporto agli interventi di cura” (Statuto GSL, 2004).

 

Nel corso dei dieci anni della sua storia, Global Sport Lario ha partecipato a numerosi eventi sportivi per costruire una rete di relazione con il territorio e far uscire la psichiatria dalle istituzioni.

L’età media dei soci è di 39,5 anni. La percentuale di persone che rinnovano la tessera dall’anno precedente è del 58,9%. Questo vuole dire che il 41,1% sono nuovi soci che si iscrivono per la prima volta all’associazione, un’associazione che si rinnova quasi per la metà ogni anno. La provenienza dei soci è varia: sono addirittura 23 le strutture (centri diurni, cps, comunità – pubbliche o private, cart) interessate. La provenienza geografica si è estesa oltre l’ambito territoriale del DSM di Como. Molto interessante è il coinvolgimento di alcuni operatori e utenti del territorio di Rho che hanno deciso di aderire alla GSL per fruire delle potenzialità dell’associazione (non ultima l’assicurazione contro gli infortuni durante la pratica sportiva).

 

Nessuno è escluso dai benefici dello sport perché gli obiettivi sono calibrati sulle potenzialità del singolo, non esistono “livelli” minimi sotto i quali si fallisce. Global Sport Lario è arrivata a proporre ai suoi soci dodici sport. Perché così tanti? “Perché non è la persona che deve adattarsi allo sport ma lo sport alla persona”, non solo quindi una offerta diversificata.

1.     Calcio

L’attività calcistica ha avuto inizio nella primavera del 2003, con l’ausilio di due ragazzi scout (del gruppo AGESCI di Cantù) che hanno prestato servizio come volontari presso il Centro Diurno di Como. Nell’anno 2003-2004 c’è stata la prima iscrizione al torneo regionale di calcio a 8 di squadre dei servizi della Psichiatria della Lombardia. Tutte le squadre aderiscono sia all’ANPIS (Associazione Nazionale per l’Integrazione Sociale) che alla UISP (Unione Italiana Sport Per tutti). Nell’edizione 2007/2008 del campionato regionale (ora organizzato dalla UISP Lombardia) la squadra si è aggiudicata il titolo di campione di Lombardia. Gli allenamenti si svolgono il venerdì dalle 10.00 alle 12.00 presso il campo dell’ASD Cittadella di Como.

2.     Judo

Nell’ottobre 2004 nasce il gruppo di judo-educazione come attività sportiva con valenza di riabilitazione sociale. Il corso è tenuto dal maestro Vitaliano Palladino (cintura nera terzo dan) dell’Associazione Shobu. Il gruppo ha scelto assieme un nome che lo rappresentasse: SAKURA-GA-SAITA (ciliegio in fiore). I risultati ottenuti sono stati fino al momento buoni: i componenti hanno già sostenuto sei esami per il passaggio di livello di cintura. Gli allenamenti si svolgono il giovedì dalle 14.00 alle 16.00 presso la palestra della scuola media di Fino Mornasco.

3.     Trekking

Il gruppo Escursioni nasce nel Luglio 2006. Durante questi anni sono state visitate varie località della provincia di Como e Lecco, ma anche in Liguria, Toscana e Sardegna. I partecipanti sono, in genere una ventina. Le uscite si svolgono tutti i martedì per l’intera giornata. In seguito sono nati altri 2 gruppi trek: uno ad Ossuccio e l’altro a Musso. Molto importante è la collaborazione con il gruppo CAI di Dongo. Le uscite si svolgono il martedì dalle 9.00 alle 17.00

4.     Equitazione

L’attività equestre viene svolta alla nostra associazione dal 2006, una volta alla settimana presso il Centro Ippico “Il cavallino” di San fedele d’Intelvi (Co), per due ore; vengono utilizzati due cavalli, partecipano 10 soci che sono costantemente seguiti da un istruttore del Centro Ippico. Corsi: il martedì mattina a San Fedele d’Intelvi.

5.     Vela

Nel 2006 abbiamo attivato una collaborazione con la scuola di vela “Annje Bonnje”, che ha la sua base operativa in alto lago. Nella primavera dello stesso anno 16 soci di Ossuccio, Musso e Como hanno iniziato un corso di vela, sia teorico che pratico. L’autunno successivo due utenti del servizio si sono iscritti autonomamente ad un corso per il Secondo livello e sono diventati skipper. Dal 2 al 10 maggio 2009 otto soci sono andati a Creta in Grecia, partendo da Atene, in barca a vela per partecipare ad un convegno. Corsi: il giovedì dalle 10.00 alle 15.00 (in estate).

6.     Pallavolo

L’attività di pallavolo ha inizio grazie all’iniziativa di alcune operatrici del DSM di Como e Ossuccio nel settembre 2007. La squadra prende il nome di “Dinamo Rossa” e partecipa al torneo regionale dei servizi di Psichiatria in Lombardia. Nell’anno 2011 e nell’anno 2012 la Dinamo Rossa ha vinto il campionato.

Gli allenamenti si svolgono il venerdì dalle 14.00 alle 16.00 presso la palestra della Scuola Media di Sagnino.

7.     Canottaggio

L’attività di canottaggio nasce nel 2008; si svolge all’interno delle strutture della Canottieri Lario di Como ed è pensata principalmente per i giovani e si svolge in collaborazione con il “Centro giovani e adolescenti”. L’attività si svolge prevalentemente nella palestra del centro sportivo ma sono state effettuate anche alcune uscite sul lago. Allenamenti il lunedì e il giovedì dalle 9.00 alle 10.30 presso la Canottieri Lario di Como.

8.     Aquagym

Nel 2008 è partito il corso di Aquagym che si svolge il mercoledì dalle 10.30 alle 11.25 presso la piscina Sinigallia per un gruppo principalmente di donne della G.S.L., in collaborazione con Ice Club Como.

9.     Nuoto

Nel 2008 è partito un corso di nuoto (principianti e perfezionamento) che si svolge il lunedì dalle 10.00 alle 11.00 presso la piscina “Conelli – Mondini” di Casate con la collaborazione di CSU (Centro Servizi Urbani Como) e Ice Club Como.

10.   Pattinaggio

Nell’anno 2011 è iniziata l’attività di pattinaggio su ghiaccio allo stadio del ghiaccio di Casate, in collaborazione con CSU (Centro Servizi Urbani Como) e GGR (Gruppo Giovanile Ritmico Como). Gli allenamenti si svolgono nel periodo invernale (ottobre – aprile) al giovedì dalle 10.30 alle 11.30.

11.   Canoa

Nell’anno 2013 è iniziata la collaborazione con il “Canoa Club di Bosisio”. L’attività di canoa si svolge nel periodo estivo (maggio – settembre) al giovedì dalle 14.00 alle 16.00. Le uscite si effettuano sul lago di Pusiano.

12.   Skate

L’attività di skate si svolge negli spazi dell’Ippocastano; è rivolta principalmente ai giovani e si effettua in collaborazione con il “Centro giovani e adolescenti”. Allenamenti al giovedì.

 

Associazioni e gruppi partner

o    Scout del gruppo AGESCI Cantù

o    ANPIS (Associazione Nazionale per l’Integrazione Sociale)

o    UISP (Unione Italiana Sport Per tutti)

o    CSI

o    Associazione Shobu (judo) di Fino Mornasco

o    Canottieri Lario di Como (canottaggio)

o    l’Associazione “Andalas de Amistade” di Villacidro (VS) (trekking)

o    Club Alpino Italiano (Sez. di Dongo).

o    Associazione “Bellaria Cappuccini” Pontedera

o    Coordinamento regionale del campionato di calcio a 8 dei Servizi di di Salute Mentale Lombardia

o    Coordinamento regionale del campionato di pallavolo dei Servizi di Salute Mentale Lombardia

o    Associazione “Fugees” di Rimini

o    Fondazione San Juan de Dios (Barcellona)

o    CSV (Centro Servizi Volontariato)

o    OSHA Asp

o    Frasba da lac (freesby)

o    Canoa Club Bosisio

o    Il Gabbiano di Lecco

o    ASD “Cittadella” di Como

o    Centro Ippico “Il cavallino” di San fedele d’Intelvi

o    scuola di vela “Annje Bonnje”

o    CSU (Centro Servizi Urbani Como)

o    Ice Club Como

 

o    GGR (Gruppo Giovanile Ritmico Como)

 

Più informazioni su