CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ecco l’eroe di Cantù:”Mi ha aiutato Dio”

Più informazioni su

Luigi Barbanera, agente di polizia penitenziaria, è l’uomo che lunedì ha afferrato al volo un bimbo di due anni che stava cadendo dalla finestra di casa a Cantù. IL SUO RACCONTO DI QUEI DRAMMATICI MOMENTI:“Mi è cascato addosso con una forza incredibile e siamo caduti a terra…”.

 

 

 

Impossibile non chiamarlo eroe. Anche se lui non vuole e si schernisce. Ma ormai per tutti è l’eroe di Cantù. Lui che, con incredibile prontezza e freddezza, ha afferrato al volo un bimbo si chiama Luigi, ed è assistente di polizia penitenziaria in servizio nella casa circondariale di Como: è stato lui a salvare la vita al piccolo Ryan, 2 anni, figlio di una coppia di nigeriani, lunedì pomeriggio, afferrandolo al volo quando ha perso l’equilibrio ed è caduto da una finestra posta a quasi nove metri d’altezza. L’episodio in via Milano a Cantù. L’eroe è Luigi Barbanera, 45 anni (foto a lato da Corrieremilano.it), residente da un anno a Cantù, agente di polizia penitenziaria al Bassone. «Solo Dio mi ha dato la freddezza e la prontezza necessaria per prenderlo al volo – ricorda – anche se è solo un bimbo mi è cascato addosso con una forza incredibile. Siamo caduti tutti e due per terra, e io ho cercato di proteggerlo con le braccia. Mi sono alzato e ho visto che stava bene. Gli sanguinava solo un po’ il musetto, perché aveva picchiato la bocca sulla mia spalla. Io sento solo un fastidio al collo, ma niente di grave…”. Prontezza, determinazione, umiltà. Impossibile, da oggi, non chiamarlo eroe…

Il piccolo Ryan, intanto, sta meglio e dopo lo spavento è tornato a casa dall’ospedale dove i medici lo hanno visitato dopo la caduta. Di fatto, non ha riportato nulla nel drammatico volo da quasi 10 metri.

Più informazioni su