CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Libertas superata a Padova. Ma è già salva

Più informazioni su

La formazione di coach Della Rosa cede di fronte alla capolista del campionato di A2 di volley maschile. Ma arriva la notizia dell’abbandono di Avellino. Il tecnico:”Campionato falsato, un peccato”. Brianzoli ancora non al meglio della condizione con tre giocatori in fase di recupero. Ko anche la squadra di B2.

 

 

L’ostacolo della capolista Tonazzo Padova si dimostra insormontabile per una Cassa Rurale Cantù (A2 maschile di volley) con alcuni elementi ancora non al top della condizione dopo gli infortuni di inizio novembre. La partita si chiude così con un perentorio 3-0 per i padroni ci casa. Ma la data di oggi potrebbe essere allo stesso modo “storica” per Cantù, visto che con la rinuncia di Avellino di disputare l’incontro con Potenza Picena e la prevedibile esclusione dei campani dal campionato se come è previsto non disputeranno anche il prossimo incontro, la Libertas Cantù può ritenersi a tutti gli effetti salva (era prevista una sola retrocessione dalla serie A2). Ma torniamo alla partita di ieri sera a Padova. La squadra di coach Della Rosa gioca alla pari nel primo set contro i quotati avversari. Il match prosegue punto a punto fino al set point dei veneti che chiudono sul 25-23. Negli altri due parziali Cantù sbaglia troppo per stare al passo di Padova. Subisce parziali importanti fin dalle prime battute e alla fine paga dazio con un doppio 25-16.

“Nel primo parziale abbiamo recuperato due volte e se si considera che la Tonazzo ha fatto 5 ace, possiamo dire di aver giocato alla pari con la capolista. Si tratta di una squadra molto buona, con giocatori potenti, che al servizio fanno male – dice il coach canturino Della Rosa – Poi dal secondo set siamo stati fallosi e insicuri, quando inizia 5-1 e poi 8-2 su una serie di Giannotti (top scorer con 15 punti) non è semplice recuperare, in particolare se iniziano a insidiarsi ansie pericolose che si trasformano in errori gratuiti”. Della Rosa parla poi dei tre elementi cardine ancora non al top, ossia il capitano Umberto Gerosa, l’opposto Michele Morelli e il laterale Mario Mercorio, tutti alle prese con problemi fisici nei giorni scorsi. “Morelli ha giocato, anche se nelle palle decisive si è notato che arriva da un periodo di stop, anche Ubi (Gerosa ndr) è partito bene, ma poi è stato condizionato da giorni di allenamenti con problemi fisici. Mario, invece (Mercorio ndr) è partito non al top, ma poi ha giocato ai suoi livelli. Certo, i problemi fisici si pagano in tutti gli sport e anche nel nostro, ma tutti i giocatori sono in crescendo”.

Della Rosa parla infine dell’affaire Avellino. “La possibile esclusione di Avellino potrebbe creare per noi una pausa molto lunga all’inizio del 2014, dovevamo giocare contro la Sidigas il 5 gennaio, poi ci sarà la pausa per la Coppa Italia e fino al 19 potremmo non avere incontri ufficiali. Dovremo rivedere qualcosa della preparazione e, vista l’assenza di retrocessioni, dosare i carichi per avere la migliore griglia possibile dei playoff. E’ un campionato atipico, falsato da questa situazione”.

 

IL TABELLINO

Tonazzo Padova 3

Libertas Cassa Rurale Cantù 0

(PARZIALI 25-23 25-16 25-16)

Libertas Cassa Rurale: Morelli 12, Bargi, Monguzzi, Butti (L), Spirito, Mercorio 13, De Luca 2, Gerosa 1, Ippolito 7, Robbiati 3. Ne:

Riva, Fiorelli (L) e Laneri

 

SERIE B2

Terza sconfitta consecutiva per la formazione di serie B2 della Libertas Cassa Rurale che al PalaIper di Monza si arrende in quattro parziali al Volley Milano, formazione del consorzio Vero Volley. La Cassa Rurale è sempre stata in piena corsa per il match anche nei parziali persi, ma come spesso le è successo in questo inizio di stagione non è stata incisiva e ha commesso errori nei momenti decisivi dei vari parziali che l’hanno vista soccombere con il minimo scarto possibile.

“Purtroppo non riusciamo ad esprimere il gioco che ci aveva contraddistinto fino a tre settimane fa, a fine set arriviamo poco lucidi e anche stasera l’abbiamo pagato a caro prezzo perdendo tre set nei punti finali. Possiamo solo lavorare in palestra per uscire da questo trend negativo che dopo l’ottimo avvio in campionato ci sta penalizzando non poco. Pensiamo di partita in partita convinti che la strada e ancora molo lunga”, ha commentato a fine partita coach Francesco Bernasconi

 

VOLLEY MILANO 3

LIBERTAS CASSA RURALE CANTù 1

Milano: Coscione 3 Olivati 10, Bonola 17, Mazza 7, Peduzzi 15, Gaggini 14, Brunetti(L), Monesi, Arasomwan  Ne: Selmi, Cominetti, Borini. All: Avanzini

Cantù: Moro A. 2, Valori 19, Gerbella 14, Maino G. 5, Poncia 8, Maino A. 9, Abati(L), Moro F. 8, Molteni 1 Botta, Moro Ale, Caspani, Rudi L2. All: Bernasconi.

 

 

 

 

 

Più informazioni su