CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Comaschi “campanilisti”: tre si alla fusione

Più informazioni su

Sono quelli di Bellagio, Colverde e Tremezzina: qui i residenti si sono detti favorevoli all’unione dei comuni. Negli altri quattro casi negativo il parere. Più combattuta l’unione tra Ronago, Uggiate e Faloppio. Ultima parola alla Regione. Il commento del consigliere regionale Francesco Dotti.

 

 

“In quasi tutti i Comuni dove si proponeva il referendum per i progetti di legge relativi alle fusioni e’ prevalso nettamente il volere dei cittadini. Anche il compito di Regione Lombardia, alla luce dei risultati, sarà più agevole. Restano comunque alcune valutazioni da fare nelle Commissioni di riferimento. Sono convinto che dove la fusione e’ stata proposta dopo un’esperienza di Unione, il risultato in base alle percentuali e’ stato nella maggioranza dei casi positivo. Ora in Commissione valuteremo tutti i risultati ottenuti nei vari Progetti di Legge relativi alle fusioni tenendo come punto fermo il volere dei cittadini. La prossima primavera moltissimi Comuni, gran parte dei quali piccoli, andranno al voto. La speranza e’ che le nuove amministrazioni si attivino per trovare un accordo su possibili unioni”. Così il consigliere regionale e componente della commissione consiliare Riordino per le autonomie Francesco Dotti (Fratelli d’Italia) commenta i risultati relativi ai referendum consultivi per i progetti di fusione tra Comuni nel Comasco.

E il voto di ieri, in ben 23 comuni del territorio, ha visto il no alle fusioni prevalere (in quattro casi) sui si (tre). In particolare approvato il sì a Bellagio (911 contro 116) e Civenna (267 contro 160). Il nuovo Comune si chiamerà proprio Bellagio. Ok anche alla fusione di Drezzo, Gironico e Parè (nuovo nome Colverde), e a quella di Ossuccio, Lenno, Mezzegra e Tremezzo (Tremezzina). In dubbio quella tra Faloppio, Ronago e Uggiate perché a Ronago hanno vinto i “no” e l’orientamento della Regione è di avere uniformità di pareri dei cittadini. No secco tra Menaggio, Bene Lario, Plesio e Grandola e nelle altre due ipotizzate fusioni dell’Alto Lago e di Porlezza.

Più informazioni su