CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ecco Marcel Jones:”Felice di essere qui”

Più informazioni su

Presentazione ufficiale del nuovo giocatore scelto dalla presidente Cremascoli per completare l’organico:”Convinti di aver fatto la scelta giusta con lui”. Soddisfazione anche del coach Sacripanti. Lui subito al lavoro:”So che la A è difficile, ma sono pronto a lavorare forte per essere pronto”.

 

 

Felicissimo di essere a Cantù. E subito agli ordini di coach Sacripanti. E’ stato presentato ufficialmente la nuova ala della Pallacanestro Cantù, Marcel Jones. A fare gli onori di casa il Presidente della società bianco- blu, Anna Cremascoli: “Per lui è un giorno speciale – ha detto – visto che è anche il suo compleanno, e spero che questa presentazione gli sia di buon auspicio. Marcel è l’ultima pedina che abbiamo scelto. Ci abbiamo messo un po’ di tempo ad ingaggiarlo perché ci tenevamo a trovare la figura giusta dato che quest’anno abbiamo un roster non lunghissimo e ogni giocatore è fondamentale. Alla fine ci siamo convinti che lui fosse la scelta migliore”

Coach Sacripanti si è addentrato ulteriormente nell’aspetto tecnico: “La scelta dell’ultima pedina non è stata facile. Ci siamo domandati più volte che tipo di giocatore dovessimo prendere, un 4 che entrasse nel centro oppure uno che potesse giostrare anche da ala piccola. Dopo aver fatto 3000 ragionamenti alla fine siamo tornati a quello iniziale e abbiamo ingaggiato un elemento che parte in ala forte, ma che ci può tutelare in caso di qualche carenza in ala piccola o di un infortunio nel settore esterni. Un giocatore in grado di alternarsi nei due ruoli di ala così come può fare Abass.”

 

“Quando ero al college – ha aggiunto Jones (nella foto a lato con un’altra formazione) – ho fatto una tournée in Italia e ho affrontato delle formazioni del vostro campionato per cui ho avuto un primo assaggio della vostra lega. Nell’ultimo anno ho giocato in Eurochallenge e nella mia carriera ho militato a diversi livelli e in paesi differenti. So che la Serie A è molto difficile, ma sono pronto a lavorare duramente insieme ai miei compagni. Mi considero – ha concluso l’ala biancoblu – un giocatore versatile che sa fare tante cose: segnare, difendere, prendere rimbalzi. Soprattutto mi piace mettere sempre al primo posto la squadra e fare quello che serve alla mia formazione”.

 

Più informazioni su