CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Venerdì torna il Palio del Baradello

Più informazioni su

altCon la solenne cerimonia di offerta del Cero Votivo nella basilica di Sant’Abbondio si aprirà ufficialmente la manifestazione

 

La 33ª edizione del Palio del Baradello è alle porte: venerdì 30 agosto, infatti, con la solenne cerimonia di offerta del Cero Votivo nella Basilica di Sant’Abbondio si aprirà ufficialmente anche il Palio del 2013. L’evento è in programma alle 17,30 in occasione dei Vespri e sarà officiata dal vescovo Diego Coletti. Da quel momento il Palio entrerà nel vivo con una serie di eventi che culmineranno nel corteo storico del Barbarossa in programma domenica 15 settembre, quando la città sarà invasa dai protagonisti di questa edizione e, al termine, dalla consegna in piazza Cavour del drappo al borgo vincitore.

A questo proposito va detto che quest’anno il drappo è stato realizzato dalla pittrice Nicoletta Brenna (nella foto) che è stata la prima capitana donna del Palio ricoprendo il ruolo di capitano di Tavernola per 10 anni a partire dal 1984. La sua è una collaborazione intensa e di vecchia data dal momento che quello di quest’anno è il terzo drappo che dipinge: sono suoi infatti anche quelli del 1996 e del 2010 per il trentennale del Palio del Baradello.

Il drappo di quest’anno raffigura l’imperatore Barbarossa con i suoi armati mentre cala a Como e sullo sfondo si vede la Tabula Peutingeriana, che è una copia del XII-XIII secolo di un’antica carta romana che mostrava le vie militari dell’Impero. Porta il nome dell’umanista e antichista Konrad Peutinger. La particolarità sta nel fatto che la Tavola è composta da 11 pergamene riunite in una striscia di 680 x 33 centimetri. Mostra 200.000 chilometri di strade e la posizione di città, mari, fiumi, foreste, catene montuose. La carta non voleva offrire una rappresentazione fedele della realtà, ma una rappresentazione simbolica, come un diagramma di una metropolitana, che permetteva di muoversi facilmente da un punto ad un altro e di conoscere le distanze fra le tappe.

alt

Più informazioni su