CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sacro Monte e Isola Comacina, gioielli per Expo

Più informazioni su

L’assessore alla cultura della Regione, Cristina Cappellini, nel comasco per valorizzare il patrimonio culturale esistente. “La giunta Maroni considera questo settore importante: ci sono 3 milioni da spendere”. Visita ad Ossuccio, ora tocca alla via della fede nel lecchese.

 

 

 

 

“Il Sacro Monte di Ossuccio, riconosciuto dall’Unesco patrimonio dell’umanità dal 2003, e l’Isola Comacina sono elementi chiave per ribadire che l’Expo sarà una vetrina mondiale per tutta la Lombardia”. Lo ha detto l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini (nella foto a lato) durante la visita al Sacro Monte di Ossuccio, accompagnata dal sindaco Giorgio Cantoni e dal consigliere delegato al Sacro Monte e all’Isola Comacina Ferruccio Fasoli.

PROGETTO MACROREGIONALE – “La Regione – ha rimarcato l’assessore – sta valorizzando la rete dei ‘sacri monti’ e, dopo quello di Varese,  dove sono salita insieme al presidente della Regione Roberto Maroni, siamo venuti a visitare quello di Ossuccio anche in vista del potenziamento di un progetto su questi luoghi sacri che coinvolgerà, in ottica macroregionale, anche i vicini sacri monti del Piemonte. Per il Comasco, ritengo che un’altra perla sia rappresentata dall’Isola Comacina, oggetto di uno specifico Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale (AQST), il ‘Magistri Comacini’, che mira alla sua piena valorizzazione sia sotto il profilo culturale sia sotto quello turistico”.

BANDO DA 1,5 MILIONI DI EURO – “Pensando in modo particolare agli importanti siti archeologici lombardi e ai numerosi siti Unesco, ha ricordato l’assessore Cappellini – abbiamo attivato di recente un bando da 1,5 milioni di euro per finanziare interventi di valorizzazione e incremento delle possibilità di fruizioni di tali luoghi che sono testimonianza della storia, dell’identità e delle culture dei territori lombardi”.

RADDOPPIO DELLA DOTAZIONE SU LEGGE 9 – Anche sul territorio comasco l’assessore Cappellini ha presentato l’ultimo e importante bando della Regione per il suo settore, per il quale è ora a disposizione un plafond di spesa, suddiviso in quattro bandi, che sfiora i 3 milioni di euro. “Regione Lombardia va decisamente in controtendenza rispetto alla linea degli tagli alla cultura – ha spiegato l’assessore Cappellini – e così sono in grado di affermare che, grazie al supporto del collega assessore Massimo Garavaglia, siamo riusciti  a incrementare la dotazione finanziaria per la legge 9 aggiungendo ai 400mila euro già previsti , altri 450mila, per un totale, quindi, di 850mila euro. Soldi veri, che dimostrano come la Giunta Maroni non consideri affatto la cultura un ambito secondario, ma guardi invece a essa come a un volano per lo sviluppo, anche economico, del territorio”.

“Dopo questa tappa – ha concluso l’assessore Cappellini – sarà la volta della provincia di Lecco dove andremo a visitare alcuni luoghi interessanti dal progetto le ‘Vie della Fede’, in continuità con il percorso di valorizzazione dei circuiti turistici religiosi”.

 

 

 

Più informazioni su