CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Boston – Como, arriva l’homus novus di Anzelmo

Più informazioni su

Appuntamento con l’artista di Ravenna, che da anni vive e lavora in Cina, questa sera dalle 21,30 a San Pietro in atrio. Le sue opere arrivate in Italia non senza problemi in dogana. Presenta alla città alcune delle sue principali ricerche.

 

 

 

Franco Anzelmo sbarca alla mostra Boston – Como. Appuntamento con lui questa sera (ore 21,30) a San Pietro in atrio. Le sue opere, arrivate in Italia solo da pochi giorni per disguidi con le spedizioni e con la dogana, vengono festeggiate e presentate al pubblico in una conversazione tra l’artista e il curatore della mostra. L’incontro verterà sul lavoro scultoreo di Franco Anzelmo, sulla sua teoria dell’ “Homo novus” e sulla sua esperienza ventennale dell’arte in oriente, tra la Cina e Hong Kong.

Franco Anzelmo, nasce nel 1955 a Ravenna da una famiglia di orafi. Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e continua a studiare arte a Venezia e Firenze, prima di iniziare a viaggiare tra gli Stati Uniti e la Cina, dove poi si stabilisce e dove ormai vive da molti anni. A proposito del suo lavoro afferma: “Ho sempre prestato grande attenzione alle tematiche sociali e alla condizione umana, osservando i sentimenti della gente e l’ambiente in cui vivono. In particolare mi piace osservare le relazioni tra le persone e il fato ignoto che pende su di noi”. La sua scultura continua l’eredità e le ricerche che erano rimaste in sospeso nel secolo scorso da scultori italiani come Arturo Martini, Giacomo Manzù e Marino Marini, ma al contempo si libera da quel senso di pesantezza e di schiacciamento che gravava sulla scultura del Novecento e guarda a una situazione di nuovo superamento, scolpendo figure assai più esili ed agili, longilinee, prive persino di muscolatura e costruite in una fisicità essenziale, allungata e diafana, incline alla spiritualità piuttosto che alla fisicità.

Dopo circa venti anni trascorsi in Asia, Franco Anzelmo ricomincia a esporre in Italia solo nel 2011, quando viene invitato a esporre alla sezione della 53ma Biennale di Venezia ospitata a Torino in Sala Nervi. Per Boston-Como presenta un excursus di opere realizzate negli ultimi anni, tra cui alcune delle sue ricerche principali, come gli “Adamo ed Eva” e i ritratti di famosi personaggi – da Papa Wojtyla a John Kennedy – con aquiloni in mani. Durante l’incontro saranno spiegate le simbologie e le ricerche dell’artista, oltre a parlare della sua esperienza nel mondo dell’arte contemporanea in Cina, raccogliendo la sua testimonianza diretta e vissuta sul mercato nascente più discusso del mondo.

A termine della conversazione con l’artista, seguirà l’ultima visita guidata alle tre sedi pubbliche di Boston-Como. La visita permetterà al pubblico di vedere le opere di Franco Anzelmo appena arrivate in mostra oltre che di rivisitare il percorso espositivo, con una dettagliata ed esclusiva presentazione del curatore Carolina Lio.

 

BOSTON – COMO

La mostra “Boston – Como”, inaugurata il 18 Luglio e aperta fino al 18 Agosto 2013, è uno scambio culturale tra le due città che coinvolge 34 artisti, metà americani e metà italiani in un viaggio di andata e ritorno. Ideata e organizzata da Fabrizio Bellanca e curata da James Hull e Carolina Lio, la rassegna è un percorso itinerante tra sedi pubbliche e spazi privati di entrambe le città di Como, nel 2013, e di Boston nel 2014, ed esplora quali sono i veri punti di forza e di omogeneità della cultura occidentale, ovvero del blocco costituito dagli USA e dall’Europa.

www.boston-como.com

 

Più informazioni su