CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Furto in gioielleria, giovane comasco in carcere

Più informazioni su

L’episodio è avvenuto in Sicilia a dicembre. I carabinieri lo hanno identificato attraverso le telecamere e oggi è finito al Bassone. Già fermati anche due minorenni ritenuti suoi complici. Avevano portato via oggetti preziosi per un valore di oltre 20.000 euro.

 

 

 

 

In poco più di 7 mesi, si è chiuso il cerchio attorno ai responsabili del furto ad una gioielleria di Vittoria (Ragusa) avvenuto lo scorso mese di dicembre dove erano stati rubati numerosi preziosi ivi esposti, per un valore complessivo 21.000 euro. I Carabinieri della Compagnia di Vittoria in collaborazioni con i colleghi della Compagnia di Como hanno rintracciato e tratto in arresto ROMANO KOCIS, comasco 32 anni, attualmente domiciliato a Chiasso (Svizzera), coniugato, pluripregiudicato per reati specifici, in ottemperanza all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio del Gip presso il Tribunale di Ragusa, su richiesta della Procura della Repubblica. Le indagini condotte dalla Compagnia di Vittoria avevano già portato all’arresto di due sedicenni nel febbraio scorso mediante l’ esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare emesse dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Catania, ritenuti responsabili dei medesimi fatti in concorso con l’odierno arrestato.

ROMANO è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Como: deve rispondere del reato di furto pluriaggravato in concorso.
L’arresto di ROMANO, rintracciato a Como grazie ad un costante raccordo informativo tra i Comandi Arma  di Vittoria, Gela e Como, ha permesso di chiudere definitivamente il cerchio. La ricostruzione dell’accaduto è stato possibile grazie alle testimonianze e alle telecamere di videosorveglianza della zona della gioielleria. Un dato indicativo della spensieratezza e la non curanza della legge a dispetto dell’età anagrafica dei ragazzi, è il fatto che gli stessi, dopo averfatto il furto alla gioielleria, hanno ripreso la via di casa e recarsi al Bingo di Gela, dove sono altresì stati ripresi dalle telecamere interne, tentando prima un furto in supermercato posti nei pressi della sala da gioco.

Più informazioni su