CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Deruba la pensionata, poi abbandona la merce

Più informazioni su

E’ successo tra Cernobbio e Maslianico. I carabinieri hanno inseguito il responsabile e lo hanno costretto a scappare a piedi dopo averlo scovato in un bar. Nel suo zaino numerosa refurtiva tra cui orologi, collane, orecchini ed altri oggetti tecnologici. REFURTIVA AL COMANDO PROVINCIALE.

 

 

 

Derubata di oggetti preziosi a casa sua dopo aver lasciato aperto la porta finestra del balcone di casa. E’ successo ad una donna di 68 anni di Maslianico che ha sorpreso all’interno della propria abitazione un ladro. La stessa, urlando e chiedendo aiuto ai vicini, ha messo in fuga il malvivente che si è allontanato a bordo di una bicicletta. A quel, punto, grazie alle descrizioni fornite, i carabinieri della Stazione di Cernobbio, si sono immediatamente messi alle ricerche del giovane il quale, vistosi inseguito, ha abbandonato a Maslianico due scatole piene di refurtiva e si è allontanato in direzione di Cernobbio. Stando alle indicazioni fornite da alcuni testimoni, lo stesso, giunto in Cernobbio, sentendosi braccato, ha abbandonato la bicicletta (ora posto sotto sequestro dai militari) in un parcheggio nei pressi del campo giochi di Cernobbio e, dopo aver agilmente scavalcato alcune recinzioni, ha proseguito la fuga a piedi.

I militari hanno quindi esteso le ricerche ad ogni possibile luogo ove il fuggitivo avesse potuto trovare rifugio, incluso un bar di Via Regina, ove il giovane si era nascosto. Lo stesso, alla vista dei militari, si è precipitato verso un’uscita secondaria dileguandosi a tutta velocità per le vie limitrofe, nuovamente inseguito dai carabinieri ai quali è riuscito a far perdere le proprie tracce. Non è però sfuggito alle telecamere di videosorveglianza del bar, che lo hanno immortalato mentre consumava un caffè, sorvegliando con preoccupazione l’ingresso dell’esercizio pubblico temendo l’arrivo dei militari, custodendo gelosamente uno zaino che è però stato costretto ad abbandonare nel momento in cui i carabinieri hanno fatto irruzione ed è dovuto fuggire all’istante. Nello zaino i carabinieri hanno trovato tantissima refurtiva, provento di numerosi colpi precedenti, tra cui 3 orologi da uomo e uno da donna, circa 80 monili tra collane, orecchini e spille, un portafogli da uomo, due buoni pasto, una chiavetta usb, penne, occhiali da sole, accendini, un Apple IPAD, un Ipod touch, un netbook ACER ed un telefono cellulare.

Di tale refurtiva i militari sono riusciti a risalire al proprietario (un ragazzo di San Fermo della Battaglia al quale erano stati asportati dall’autovettura in sosta un paio di occhiali, chiavi di casa, cellulare e un portafogli), il resto è stato posto sotto sequestro in attesa di risalire ai legittimi proprietari. Materiale visibile al comando provinciale di Como dei carabinieri. I militari, intanto, continuano a cercare il ladro in tutta la città ed hinterland.

Più informazioni su