CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Interrogazione di Molteni:”Tutelare i dipendenti”

Più informazioni su

Il consigliere comunale della listaPerComo sollecita il sindaco Lucini ad un intervento diretto sulla vicenda. Disagio e preoccupazione per i diretti interessati, assunti con contratto co.co.co. LEGGI IL TESTO INTEGRALE DELLA RICHIESTA PRESENTATA.

 

 

 

 

Quattro dipendenti comunali che rischiano il posto di lavoro, una situazione non chiara a Palazzo Cernezzi. Cosa nintende fare il Comune di Como per loro ? E’ questo il senso dell’interrogazione nche il consigliere comunale (Lista perComo) Mario Molteni (FOTO A LATO) ha presentato al sindaco Mario Lucini. Ecco il testo integrale:

INTERROGAZIONE  AI SENSI DELL’ ART. 28 DEL REGOLAMENTO COMUNALE

Oggetto: DIPENDENTI COMUNALI A RISCHIO POSTO DI LAVORO.

Il  sottoscritto Consigliere Comunale,

VISTE

Le notizie apparse recentemente sul quotidiano locale “La Provincia” del 3.7  riportanti il rischio di perdita del posto di lavoro da parte di quattro dipendenti comunali e la successiva lettera  del dott. Oliviero Emoroso  pubblicata  in data 15.7.2013 ;

CONSIDERATO CHE

1)    A seguito di ispezione della Ragioneria dello Stato, effettuata nel 2012, l’Ispettore concluse dicendo che “La fattispecie esaminata risulta, ad avviso di chi scrive, viziata da illegittimità”, in quanto l’art. 17, commi da 10 a 13, del d.l. n. 78/2009 prevede che le stabilizzazioni dovevano concludersi entro l’anno 2010.

2)     A seguito di quanto previsto dall’art. 3, comma 94, lett. b) della legge 244/2007 (legge finanziaria anno 2008), l’Amministrazione procedette a stabilizzare n. 4 co.co.co in servizio presso l’Ente, che avevano maturato i requisiti previsti dalla legge.
3)    In particolare, a seguito di quanto previsto con apposito accordo sindacale e fatto proprio da deliberazione di Giunta, si procedette ad indire appositi bandi di selezioni pubbliche, con espressa riserva di posti per i co.co.co, come previsto dalla legge. Si stabilì inoltre che i co.co.co. sarebbero stati assunti a tempo determinato, con automatica trasformazione del rapporto a tempo indeterminato allo scadere dei tre anni.

4)     A seguito dell’espletamento della selezione pubblica i co.co.co vennero assunti nel 2008 con contratto di lavoro di tipo subordinato prevedendo per i primi tre anni un tempo determinato  e dando già atto nella determina e nel contratto di assunzione stipulati nel 2008 che allo scadere dei tre anni il rapporto si sarebbe sicuramente ed automaticamente trasformato a tempo indeterminato.

5)     allo scadere dei tre anni, nel 2011, una semplice nota del Direttore del Settore Personale dava atto della trasformazione di cui sopra ma contratto e determina restavano quelli del 2008. La nota dava solo atto.

RITENUTO CHE

La situazione venutasi a creare sta, quasi certamente, rendendo difficile non solo la vita lavorativa ma anche quotidiana  delle famiglie e delle persone di cui sopra detto;

sia impegno doveroso da parte di codesta Amministrazione Comunale, come sostenuto più volte, dare risposte alle crescenti problematiche sociali emergenti che portano numerosi cittadini a rivolgersi agli Uffici Comunali appositi per ottenere sostegni economici

sia altresì doveroso da parte dell’ Amministrazione Comunale  tutelare i posti di lavoro esistenti a cominciare dai propri dipendenti;

CHIEDO

Se siano stati chiesti da parte del Comune di Como pareri tecnici-legali in merito a quanto rilevato dall’Ispettore della Ragioneria dello Stato e, nel qual caso, di averne copia;

Se e come codesta Amministrazione Comunale  intenda tutelare la posizione e i posti di lavoro dei quattro dipendenti comunali.

Certo di una Sua risposta  al riguardo colgo l’occasione per porgerLe cordiali saluti.

Lista Per Como
Mario Molteni       

Più informazioni su