CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Caccia aperta al giovane del Far West sul confine

Più informazioni su

La polizia di Como sa chi è perchè ha trovato sull’auto i documenti, ma ancora non l’ha fermato. Residenza a Marcallo con Casone nel milanese. Il suo complice, intanto, di nuovo libero dopo il processo con rito direttissimo:”Non mi ricordo di nulla: stavo dormendo”.

 

 

Lo stanno cercando con insistenza, ma finora senza esito. E’ ancora caccia aperta da parte della polizia di Como al 24enne rumeno che era al volante della Mercedes che, contrariamente a quanto detto in un primo momento, non risulta rubata, bensì segnalata dalla Germania ai Paesi aderenti a Schengen come veicolo da fermare in quanto coinvolto nella commissione di reati e che dopo un rocambolesco Far-West – forzata la dogana a Brogeda – è stata bloccata a San Fermo. Del giovane figgiasco, però, gli agenti della Questura hanno tutti gli elementi e le generlità perchè nella vfretta di scappare ha lasciato nella vettura un marsupio che è ora nelle mani della polizia. All’interno non solo la patente romena del 24enne ma anche i suoi cellulari, contanti e il documento di identità riportante l’indirizzo di residenza, ovvero il comune di Marcallo con Casone, nel Milanese. Dove, tra l’altro, risiede anche il 22enne che è stato liberato ieri dal giudice di Como dopo il processo con rito direttissimo. Per lui nessun obbligo e l’invito a presentarsi in aula il 10 luglio per il dibattimento. Giovane che, davanti al giudice, avrebbe raccontato di non essersi accorto di nulla, né del valico forzato, né della fuga contromano in autostrada né dell’incidente:”Io stavo dormendo…” ha detto tra lo sconcerto generale.

Più informazioni su