CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cantù, sogno finito: Acea domina e va in finale

Più informazioni su

Gara7 della semifinale scudetto al PalaTiziano. Cantù in affanno fin dall’avvio. Datome e D’Ercole in evidenza. Brianzoli mai in gara, apparsi in netto affanno fisico. Ragland non incide come nelle precedenti prove. Stagione finita qui, ma meritano un applauso…

 

 

Peccato. La Lenovo finisce a Roma la sua stagione, esaltante nella parte conclusiva con 14 partite in un mese tra quarti e semifinale. Finisce a Roma l’avventura di un play-off esaltante: netta sconfitta contro una Acea ben più pimpante fin dall’avvio. Pronti via e l’Acea va a 9-2. da allora è quasi un monologo. Brianzoli sempre costretti ad inseguire con affanno. Fatica ragland, tiene bene Aradori, ma da solo non basta. I lunghi di Cantù stasera quasi nulli ad iniziare da Tyus per proseguire con mancinelli. Si salva solo un ottimo Scekic: bravo e concreto.

Cantù accorcia a 8 punti al terzo intervallo. Ultimi dieci minuti tutti da vivere. ma questa sera per la lenovo è dura. D’Ercole e Datome su ottimi livelli, poi anche Jones e Bailey. Scekic e Aradori tengono su Cantù, ma finora non bastano. D’Ercole piazza una tripla dopo due minuti dell’ultimo quarto: +13 per l’Acea. Esultano i tifosi di Roma, Cantù annaspa e fatica più del solito. Forse esce fuori anche la stanchezza di 14 partite in un mese. La lenovo appare più “scarica” delle ultime prove. Lunghi insufficienti questa sera: da Tyus a Mancinelli. Vola Roma, massimo vantaggio a +17.

Goss piazza una tripla ancora. fa malissimo, cantù barcolla forse in modo definitivo. Anche Tylor a segno, Lenovo in ginocchio, quasi spettatrice in campo. Dilaga l’Acea: + 19. I tifosi di Cantù capiscono che è finita, ma cercano di spingere lo stesso la squadra. Encomiabili, bravissimi. Trinchieri capisce tutto ed appare sconsolato. Roma manda a segno anche Lawal. Tabu sbaglia da fuori, siamo a +21 a meno di quattro minuti dalla fine. Il sogno della finale appare ora lontanissimo per Mazzarino e soci. 16 punti per Aradori, il migliore dei brianzoli. Non basta: il suo rammarico è di avere sbagliato gara6 a Cucciago martedì sera. Peccato.

Bailey piazza una tripla che chiude, di fatto, ogni cosa. Ora l’Acea deve solo amministrare. Roma ad un passo dalla sua seconda finle in cinque anni. Cantù manca la secondo in tre anni. Ma merito applausi e riconoscenza dai suoi tifosi. Trinchieri in piedi davanti alla panchina: una statua, quasi immobile. Sotto choc, attonito. Rabbia e delusione per il coach anche se non c’è nulla da rimproverare ai ragazzi. Finale: Acea Roma 89 – Lenovo 70. Capitolini all’atto conclusivo, domani si saprà il nome dell’avversario tra Varese e Siena.

Più informazioni su