CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Dal 15 giugno torna il Premio Antonio Fogazzaro

Più informazioni su

altNei fine settimana e a ingresso libero, incontri letterari e concerti di musica classica e non per arrivare, poi, alla premiazione del concorso letterario dedicato ai giovani, domenica 29 settembre.

 

Torna il festival Premio Antonio Fogazzaro – giunto alla sesta edizione – e nato per mantenere viva l’attenzione sull’opera dell’autore vicentino che alla terra materna, la Valsolda, dedicò alcune delle pagine più belle e più note della sua opera letteraria.

Dal 15 giugno al 13 luglio si susseguono, nei fine settimana e a ingresso libero, incontri letterari e concerti di musica classica e non per arrivare, poi, alla premiazione del concorso letterario dedicato ai giovani, domenica 29 settembre.

 

I luoghi scelti per gli appuntamenti del Festival sono quelli frequentati e amati dallo stesso  Fogazzaro: le valli che dalle estremità del Cantone Ticino, passando per il ramo italiano del Lago di Lugano (Ceresio) giungono fino all’Alto Lario, toccando la città di Como.  Il Premio, nel corso degli anni, ha consolidato un rapporto dinamico con un territorio complesso e molto frazionato, ma votato, per le sue bellezze e per la storia che nei secoli lo ha caratterizzato, a un turismo intelligente, costantemente in relazione con il suo vasto patrimonio naturalistico e con le opere degli uomini che, a ogni passo, si possono rintracciare nella composta bellezza delle chiese e dei santuari edificati dai Maestri lombardi, o nelle numerose e splendide ville storiche come negli appartati e silenziosi borghi affacciati sugli scenografici, lucenti specchi dei suoi laghi e sui verdi declivi che li incorniciano.

 

Il filo conduttore di questa sesta edizione è lo scorrere del tempo “ieri, oggi, domani”, un invito a guardare nella memoria ma anche a proiettare la fantasia e le nostre speranze in un futuro pieno di aspettative.

Il Festival si apre sabato 15 giugno alle 21 nella Chiesa di San Sebastiano presso Villa Fogazzaro, con la lettura di poesie dalla prima raccolta poetica del giovane Fogazzaro (“Valsolda”, 1876) dedicata all’adorata terra materna. Una scelta delle poesie più suggestive recitate dall’attore Giorgio Bonino e accompagnate dalla voce del soprano Consuelo Gilardoni, accompagnata al pianoforte da Roberto Albini.

Domenica 23 giugno alle 18, nel giardino privato della Gallietta di Como, si esibisce l’Orchestra a plettro Flora 1892, Abbondino d’oro nell’anno 2000. Un originale complesso di 17 strumenti a plettro, mandolini, mandole, chitarre, contrabbasso in un repertorio che spazia da Handel a Vivaldi, da Salvietti e Mulè.

L’incontro letterario di quest’anno è con Giovanni Cocco e Amneris Magella e la presentazione del loro libro “Ombre sul lago” edito Guanda, sabato 6 luglio alle 18 presso il Portico del Broletto in Piazza Duomo a Como. Gli autori, Giovanni Cocco (autore nella cinquina del Campiello con il romanzo “La Caduta) e Amneris Magella – marito e moglie, scrittore lui, medico legale lei – vivono sulle rive del lago di Como e proprio da quelle famigliari sponde si sviluppa la trama noir del loro romanzo: partendo da un casuale ritrovamento di ossa umane, il commissario Stefania Valenti approderà al cupo e ambiguo passato degli ultimi giorni di guerra e ai suoi oscuri e tragici intrecci.

 

Domenica 7 luglio sempre nella Chiesa di San Sebastiano presso Villa Fogazzaro il Festival offre ad appassionati e non, un suggestivo concerto in riva al lago, tenuto dall’Accademia dei Gioiosi, con musiche di H.I.F. Biber, A. Vivaldi, A. Bertali, G. Sammartini, P.Locatelli, J.B. Loeillet. Con Alessandro Benazzo al trombone antico, Ennio Cominetti al clavicembalo e due violini.

 

La consueta premiazione dei concorsi letterari (racconto inedito, poesia edita e micro letteratura su facebook) si terrà sabato 13 luglio presso Villa Carlotta a Tremezzo con la presenza del quartetto Arrigo Cappelletti. Un incontro musicale fra le suggestioni del tango argentino e l’improvvisazione jazz, con Arrigo Cappelletti al pianoforte, Giulio Martino al sax tenore, Roberto Piccolo al contrabbasso, Nicola Stranieri alla batteria.

 

I finalisti che si contendono il premio per il racconto inedito sono Claudio Zanini con “La festa. L’ospite. La finestra”, Graziano Gattone con “La ricerca delle parole. Ieri, oggi, domani”, Massimo Daleffe con “Ieri, oggi, domani”. E, grazie ad un accordo di collaborazione con Bookrepublic.it – la libreria italiana digitale dedicata agli e-book – e New Press Edizioni, l’importante novità di questa sesta edizione consiste nel primo premio: i racconti del vincitore saranno pubblicati in versione e-book, per incoraggiare la lettura con i nuovi mezzi offerti dalla tecnologia digitale.

 

Per quanto concerne, invece, la poesia edita, i finalisti selezionati dalla giuria sono: “La lenta agonia dell’abitudine” di Arnoldo Mosca Mondadori (Morcelliana), “Il vizio del sistema” di Amos Mattio (Italic), “Ti stringo le mani mentre dormi” di Elena Buia Rutt (Fuorilinea), “Per restare fedeli” di Stefano Raimondi” (Transeuropa).

 

Si è riconfermato anche per questa sesta edizione, il concorso facebook di micro letteratura “Il Post(o) delle fragole” dedicato al cinema, con 66 autori coinvolti e 1.486 contributi ricevuti. Quattro le categorie premiate: categoria “qualità” che vede al primo posto Mario Bortot, al secondo Marina Paolucci, al terzo, ex-aequo, Melissa Costi e Paolo Amato. Categoria “quantum” vinta da Patrizia Benetti; categoria “mi piace” vinta da Vittoria Alices, seguita da Marina Lorena Costanza e da Carmelo Giuffrida; nella categoria “humor” prevale Maurizio Capuano; secondo Marcello Perugia; terzo Sonia Tortora.

Il sipario del Premio si chiude domenica 29 settembre con la premiazione del concorso Antonio Fogazzaro Giovani 2013 a Porlezza, presso l’Aula Magna delle Scuole Medie.

 

Per informazioni: www.premioantoniofogazzaro.it 

 

 

 

Più informazioni su