CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, la Ztl infiamma il consiglio: seduta-fiume

Più informazioni su

Tensione alle stelle tra opposizione, con tanto di emendamento, e maggioranza. Presenti anche una cinquantina di residenti del centro. Dure bordate verso il sindaco Lucini che poi li ha ricevuti in Sala Stemmi. La replica dell’assessore Gerosa:”Non siamo superficiali”.

 

 

 

 

Serata infiammata in consiglio comunale a Como ieri sera con all’ordine del giorno il tema che ha acceso il dibattito in città dividendo in due fazioni i comaschi, i favorevoli e i contrari all’ampliamento della ZTL alle piazze Volta e Roma e vie limitrofe. La mozione presentata dai consiglieri Rapinese, Butti, Bordoli, Ceruti, Gaddi, Veronelli, Cenetiempo, Scopelliti e Molteni, è stata dibattuta alla presenza di una cinquantina di comaschi intervenuti in sala consiliare. L’apertura è stata del consigliere Rapinese che ha attaccato politicamente l’attuale maggioranza ribadendo più volte l’inutilità della decisione della giunta che  danneggerebbe i cittadini a cominciare dai commercianti.
Il consigliere Peverelli ha ricordato che non è sfavorevole all’allargamento ma ha chiesto a Sindaco e assessore di prevedere interventi volti a mitigare il problema dei parcheggi in città. La consigliera Bordoli ha più volte sostenuto il calo degli incassi dei proventi derivanti da questa operazione che peserebbero sul bilancio comunale in un momento di grave crisi delle finanze pubbliche e che creerebbero problemi a mantenere anche gli attuali standard ai servizi sociali. Dalla parte opposta hanno preso le difese della proposta della giunta i consiglieri Luigi Nessi e Servettini, il primo sostenendo la necessità di dare una riqualificazione alla città e il secondo auspicando un maggior dialogo con le categorie e i cittadini al fine di rendere migliore il provvedimento.

Il consigliere Cenetiempo si è rivolto al sindaco Lucini dicendo:”Lei sta uccidendo il commercio”.ed anche:”abbia un attimo di riflessione, non le stiamo chiedendo di non farla ma di pensare prima a come fare per aiutare il commercio ed anche i residenti, i posti gialli di giorno saranno sempre vuoti”. Il consigliere Rovi:” noto che da questa discussione i vari suggerimenti vadano presi in considerazione ma chiediamoci anche oggi dove posteggiano i residenti, da anni attendono risposte per avere un posto auto. Noi stiamo dando risposta a questa esigenza della città”. L’assessore Daniela Gerosa ha preso la parola ribadendo il concetto che la proposta parte dal piano del traffico, che in parte è arrivato a compimento, formulando esempi circa la mobilità urbana, del trasporto pubblico e della sosta. “ Il progetto non è stato fatto con superficialità, puntiamo alla qualità della vita” ha detto l’assessore. Arrivati a mezzanotte è stata chiesta dalla maggioranza la prosecuzione ad oltranza, la richiesta ha scatenato le ire dell’opposizione che chiedeva il rinvio a lunedì della seduta al fine di permettere ai numerosi cittadini di assistere al dibattito in ore più consone, il voto pur non compatto ha portato ai lavori continuati nella nottata. Il Sindaco, sollecitato dai numerosi commercianti e residenti ha ricevuto in sala Stemmi e si è dato disponibile a rispondere alle domande anche nei giorni prossimi.

Il consigliere Mascetti ha sottolineato il testo della mozione presentata riprendendo anche gli interventi provenienti dalla maggioranza:”Pensare che già oggi ci sono interventi di riqualificazione programmati non mi sembra reale. In questo progetto ci sono delle lacune, penso che l’ampliamento debba essere congegnato e programmato con il piano del traffico ed altri interventi sul turismo e commercio. E’ necessario dare vita alla zona di piazza Roma”. La consigliera Veronelli ha sostenuto che:”Bisogna cominciare col piede giusto”. Il consigliere Molteni (PerComo) nel suo intervento ha sostenuto la necessità di avere un progetto politico  per la città indicando la vocazione turistica e di città universitaria. Ha ribadito che è a favore dell’ampliamento della ZTL, così come contenuto nel suo programma elettorale, ma ha anche sostenuto l’importanza che riveste il parcheggio nell’area ex Ticosa al fine di dare respiro alle persone che ricercano un parcheggio nei pressi del centro città e la realizzazione di un bus navetta ecologico che dall’area stessa porti in centro città consentendo quindi di avere una specie di metro tramvia leggera in città, ha richiesto anche che venga concessa una sosta gratuita di 30 minuti nelle vie adiacenti l’ospedale Valduce che diventeranno posti a pagamento. Il consigliere ha depositato anche un emendamento contenenti queste richieste e che non è stato votato. Riprendendo alcuni interventi precedenti ha anche chiesto:”Se si ritiene la partenza a fine giugno ottimale per la città, cosa significa? Forse che Como a luglio, per quanto riguarda la stagione turistica, non sia alta stagione? Sperimentiamo a luglio? Forse a novembre è alta stagione?” Per quanto concerne la temporaneità o meno dei posti gialli in piazza Volta e Roma ha sollecitato un chiarimento in quanto il dirigente alla partita in passato si era detto a favore ad una futura  riqualificazione della piazza trasformandola in area pedonale, eliminando in tal modo anche solo in modo parziale i posti gialli che oggi si intenderebbero creare,  mentre sembrerebbe che la giunta la pensi in modo diverso. Seduta chiusa nel cuore della notte, ad orario decisamente insolito. La mozione dell’opposizione è stata respinta: un astenuto, 10 a favore, 15 contrari.

Più informazioni su