CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

I “ristorni” dei frontalieri:”Basta con i proclami”

Più informazioni su

Interviene il consigliere regionale comasco Francesco Dotti nella sempre delicata questione.”E’ tempo di un confronto serio e articolato, stop con le dichiarazioni forti”. Presto, dunque, un incontro con i rappresentanti elvetici e la Commissione regionale.

 

 

“Leggo sulla stampa ticinese che il direttore del Dipartimento del Territorio, Michele Barra, si è detto pronto a valutare un nuovo blocco dei ristorni dei frontalieri. Questo  – si legge – dopo la disdetta di un contratto per parte italiana per la ferrovia Arcisate-Stabio. Senza i ristorni, i Comuni e le realtà di confine – già pesantemente segnati dai tagli – non hanno possibilità alcuna di sopravvivere. Non possiamo certo rimanere nuovamente  in balia degli eventi e dei proclami. E’ importante che questo argomento venga discusso al più presto. Insomma è tempo di un confronto serio e articolato tra le varie realtà di confine all’insegna della massima trasparenza. Per questo chiederemo alle parti in causa di riferire all’interno della Commissione speciale per i rapporti tra Lombardia e Confederazione Elvetica”.

Così Francesco Dotti (Fratelli d’Italia, nella foto a lato), consigliere regionale comasco e vicepresidente della Commissione speciale per i rapporti tra Lombardia e Confederazione Elvetica di Regione Lombardia dopo le dichiarazioni del direttore del Dipartimento del Territorio ticinese (e consigliere di Stato della Lega dei Ticinesi), Michele Barra, su un possibile nuovo blocco dei ristorni dei frontalieri.

Più informazioni su