CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Bravi ragazzi e ora Roma: possiamo stupire…”

Più informazioni su

Stremato, ma arcicontento della prova dei suoi a Sassari, coach Trinchieri esamina così il momento:”Abbiamo vinto quattro volte con scarti minimi: forse siamo la squadra del destino. Siamo in Eurocup, ma non ci vogliamo fermare: finchè c’è la musica si balla”.

 

 

 

Stremato, ma felice. Ancora con l’adrenalina in circolo, Andrea Trinchieri commenta così la vittoria della sua Lenovo a Sassari in  gara7 dei quarti di finale play-off: “Devo fare i complimenti alla Dinamo per la grande stagione. Sono stati spumeggianti, di talento, continui e sono arrivati secondi. Però Cantù va in semifinale dopo una partita in cui è stata quasi sempre avanti. Abbiamo condotto per lunghi tratti con ampio margine. Poi, come era scritto, Sassari è tornata e la partita si è giocata ai singoli possessi. Credo che in queste serie, quando vinci tre volte di due e una volta di tre, forse sei la squadra del destino. Abbiamo conquistato quattro successi con uno scarto totale di 9 punti”.

“Abbiamo voluto fortemente – ha continuato il coach della Pallacanestro Cantù – questa vittoria combinando finalmente un buon attacco a un’eccellente difesa. Non traggano in inganno i 95 punti della Dinamo perché molti di questi erano davvero difficili. Sette uomini in doppia cifra in una gara 7 in trasferta sono tanta roba. Faccio i miei complimenti ai giocatori. Sono passati da diversi gironi danteschi quest’anno. Abbiamo sofferto e fatto fatica, ma questo ci ripaga di tutto. Il nostro pregio più grande è stato quello di non far saltare la baracca nei momenti più difficili anche se non sempre abbiamo giocato bene. Abbiamo riportato – conclude Trinchieri – la squadra in Eurocup. Ora la chiave è capire cosa vogliamo fare. Roma è una squadra difficile, ostica, atletica e dura, che ci ha messo in difficoltà, però è una semifinale. Quando esci a ballare, finché c’è musica, anche se si è stanchi, si va…”. La serie con Roma, valevole per l’accesso alla finale tricolore, inizia già domani sera (giovedì 24): a Roma gara1. Sempre nella Capitale sabato sera si gioca gara2, poi il ritorno a Cucciago per due gare casalinghe a distanza di 48 ore.

(Nella foto a lato la presidente Anna Cremascoli)

Più informazioni su