CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

I danni per l’agricoltura lombarda:”Intervenire”

Più informazioni su

Tutte le province colpite, comasco compreso. Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, sollecita giunta e Commissione apposita del Pirellone a valutare ogni tipo di intervento in aiuto a chi ha visto il raccolto andare in fumo: – 40% per il mais.

 

 

 

 

L’eccezionale maltempo di quest’anno ha prodotto danni ingenti soprattutto agli agricoltori lombardi, comaschi compresi, dando luogo a una vera e propria emergenza. Di questi imprenditori si fa portavoce il Gruppo regionale del Partito democratico che, con una lettera e una mozione, sollecitano Consiglio e Giunta a intervenire e prendere provvedimenti quanto prima. “Le piogge cadute negli ultimi mesi (+54% rispetto alla media del periodo) stanno frenando l’intero comparto agricolo. La stagione, dal punto di vista delle rese, si presenta quindi particolarmente critica”, lamenta Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, riportando il contenuto della lettera che il Gruppo ha indirizzato al presidente dell’VIII Commissione Agricoltura del Consiglio regionale.

“Chiediamo, quindi, di sollecitare l’assessorato per capire se la questione è già stata presa in carico e quali strumenti concreti, sia dal punto di vista del sostegno economico che di quello normativo, la Regione intende mettere in funzione”, dice Gaffuri, rendendo noto che il Gruppo ha chiesto una seduta urgente di Commissione per parlare della questione. Nel contempo, il Pd ha depositato una mozione urgente sullo ‘Stato di calamità per il settore agricolo nelle aree colpite dal maltempo’ che entra più nel dettaglio. In particolare, il documento fa presente che i danni stimati si aggirano sulle centinaia di milioni di euro, nel nord Italia, e che hanno toccato soprattutto le produzioni orticole e florovivaistiche, ritardando le operazioni di preparazione e semina dei terreni per i cereali primaverili, riso e mais, per le varietà delle foraggere e per la soia.

In termini percentuali, fa presente la mozione, in Lombardia si stimano perdite del 10% per l’ortofrutta, del 40% per il mais, del 20% per orzo e frumento e del 10% per il riso nel triangolo Pavia, Vercelli, Novara.

Più informazioni su