CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Super Aradori trascina la Lenovo: Sassari va ko

Più informazioni su

Stavolta è stato lui a decidere gara6 alla Ngc Arena di Cucciago. Autentico trascinatore della squadra nell’ultimo quarto. Cantù ancora viva: 87 – 84 sul Banco Sardegna Sassari davanti ad un pubblico stupendo. Martedì la sfida decisiva di questa serie in Sardegna.

 

 

 

 

Un monumento ad Aradori. Grinta, crisma, precisione. Un leone, un trascinatore. 26 punti, immenso. E’ lui che la Lenovo Cantù deve ringraziare questa sera per avere fermato (87 – 84 il finale) il Banco Sardegna Sassari in gara6 dei quarti di finale dei play-off. Senza dimenticare Mazzarino e la sua determinazione da capitano. Encomiabile anche lui come pure Tyus che pure qualcosa ha sbagliato. Ma la Lenovo è ancora viva e da Cantù non si passa come aveva detto alla vigilia Trinchieri. Detto e fetto. Sia pure con un prodigioso recupero nell’ultimo quarto dopo che Sassari era passata in vantaggio con i canestri di Drake Diener nel terzo tempo e con le bombe da tre di un precisissimo Brian Sacchetti.

Nel segno di un monumentale Aradori, dunque, si torna in Sardegna. Martedì sera gara7, stavolta decisiva. Chi vince va in semifinale, chi perde si arrende a testa alta. Il fattore campo ha sempre fatto la differenza, ma con il cuore di Cantù mostrato questa sera non si sa mai. Fatto sta che la Lenovo dopo due tempi dove è stata davanti si è fatta rimontare e superare nel terzo quarto. Ragland stasera ha steccato: presenza poco concreta. Ha tirato male da tre, niente a che fare con le bombe sganciate mercoledì sera in gara4. Ma ci ha pensato Aradori, ben supportato da Mazzarino e da Tyus a mettere in salvo Cantù. Tripudio davanti ad un pubblico stupendo e con Aradori che è andato sotto la curva a prendersi tutti gli applausi dei suoi tifosi. Grande, grandissimo.

Più informazioni su