CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Domina Paolini, vince Santambrogio sotto la neve

Più informazioni su

I ciclisti comaschi straordinari nella 14esima tappa del Giro d’italia disputata in un clima polare. Saltato il Sestriere, il portacolori della Katusha in fuga dopo pochi chilometri. Nel finale raggiunto e il giovane erbese fa il colpo da mestro. Preceduto Nibali.

 

 

 

 

 

Uno ha dominato la tappa, in fuga per oltre 140 chilometri. L’altro, furbo ed astuto, l’ha vinta con un guizzo da campione nel finale. I ciclisti comaschi dominano la tappa numero 14 del Giro d’Italia, dalla provincia di Cuneo a Bardonecchia, orfana del Sestriere, salita tolta dagli organizzatori per la neve caduta. E la neve ha caratterizzato il finale di questa patta. Con Santambrogio uscito come un fulmine dal gruppo ed andato a vincere la tappa davanti a Nibali che ha rafforzato la sua leadership. Luca Paolini, in fuga dall’avvio con altrin tre compegni d’0avventura, si è dovuto accontentare dei complimenti di tutti per una prestazione maiuscola. Nelle rampe finali della salita di Bardonecchia ha ceduto, stremato da acqua, neve e fatica. Peccato per lui, ma un altro comasco lo ha sostituito sul gradino più alto del podio che anche Paolini avrebbe meritato. Bravo Santambrogio: era arrivato al Giro con l’obiettivo di vincere una tappa. Detto e fatto. Alla grande. E festa grande per la sua squadra, la Vini Fantini

Più informazioni su