CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il pirata ammette tutto e il Gip lo lascia in cella

Più informazioni su

Carmine Cirillo è finito con la sua auto, rubata, contro la moto del 50enne barista di Cucciago. Schianto e decesso sul colpo per l’uomo. Lui non si è neppure fermato a soccorrerlo, ma è scappato nei boschi. Nessuna spiegazione per il Kangoo sottratto nelle scorse settimane.

 

 

 

Ammissioni piene. Sul fatto di essersi ubriacato prima di mettersi alla guida del Kangoo rubato e di essersi schiantato quasi subito contro la moto di Maurizio Punzi, il 50enne barista di Cucciago, deceduto sul colpo. Carmine Cirillo (nella foto a lato) ha confermato anche al Gip di Como la versione data ai carabinieri sabato sera quando è stato fermato a Milano. Il giudice ha convalidato il fermo e disposto la sua permanenza in cella. Cirillo, però, non avrebbe dato spiegazioni – nà ammissioni dirette – sul furto del mezzo sul quale si trovava quando è finito contro la moto di Punzi, provocandole il decesso.

Più informazioni su