CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Paolini non rischia e mantiene il rosa in Calabria

Più informazioni su

Il ciclista comasco sempre leader del Giro d’Italia 2013: oggi successo del giovane vicentino Battaglin in un finale bellissimo. Di Luca ripreso a 300 metri dal traguardo. Coinvolto in una caduta l’inglese Wiggins del Team Sky: perde 17″ da tutti i migliori.

 

 

 

 

Luca Paolini mantiene la maglia rosa al Giro d’Italia. Il ciclista comasco, da ieri leader della classifica dopo lo splendido assolo nel Cilento, ha controllato la frazione odierna, quarta tappa da Policastro Bussentino a Serra San Bruno di 246 km: successo del giovane Enrico Battaglin.  Frazione molto vivace con molti attacchi nel finale, condizionata dalla pioggia caduta per buona parte della giornata. Danilo Di Luca ai -10 dall’arrivo ha provato un attacco, ma è stato ripreso solo a 300 metri dalla linea del traguardo. Il giovane Battaglin ha poi superato il gruppo. Sconfitto di giornata Bradley Wigging che perde 17″ dai migliori. Battaglin, per la cronaca, non è parente di quel Giovanni nche nel 1981 trionfò al Giro. E’ nato anche lui a Marostica (Vicenza), ma non ha legami di parentela con il campione.

Finale movimentato, come detto, e a farne le spese è stato Wiggins, grande favorito per la vittoria finale. Il britannico del team Sky all’ultimo chilometro è rimasto attardato per una caduta di altri corridori e ha tagliato il traguardo con 17″ di ritardo rispetto agli altri big. La giuria ha deciso di non neutralizzare il suo tempo in quanto non è caduto. Un provvedimento che provocherà grandi polemiche nella corsa rosa.

Più informazioni su