CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Albavilla ed Argegno, addio ai sindaci: a Milano

Più informazioni su

Alessandro Fermi e Francesco Dotti devono lasciare la carica dopo l’elezioni in consiglio regionale. Ma i due comuni non andranno al voto: i vice ricopriranno il ruolo di primo cittadino fino alla scadenza del mandato.

 

 

 

Soddisfazione ed amarezza. Sentimenti contrastanti ad Albaville e Argegno dopo l’elezione dei rispettivi sindaci (Alessandro fermi del Pdl) e Francesco Dotti (Fratelli d’Italia) alla carica di consiglieri regionali. I due ora devono obbligatoriamente lasciare la carica di primo cittadino per assumere il nuovo ruolo politico che li terrà impegnati notevolmente a Milano. E così sia Fermi che Dotti, amatissimi dai rispettivi concittadini, si devono fare da parte. In queste ore non mancano persone che, incrociano i due, li hanno sollecitati a restare in carica. Il bbom di voti di Fermi e Dotti è spiegato anche da questo: buon rapporto con i compaesani e impegno notevole per il bene dei paesi. Da qui l’amarezza perchè ora Fermi e Dotti devono lasciare. I due vice occuperanno il ruolo di sindaco fino alla scadenza naturale del mandato. Sia ad Albavilla che ad Argegno, insomma, non  si andrà ad elezioni anticipate.

(Nella foto in alto a lato Alessandro Fermi, più sotto Francesco Dotti)

Più informazioni su