CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como scivola in casa e complica tutto: fischi

Più informazioni su

Azzurri superati per 0-2 dal Feralpi Salò. I gol in avvio della ripresa: i ragazzi di Paolucci hanno anche provato a reagire, ma senza esito. Ora la classifica preoccupa molto. Delusissimi i tifosi sugli spalti.

 

 

 

Certo la neve ha giocato la sua parte ma anche  il campo pesante c’era per entrambe le formazioni e la Feralpi ha meritato questi tre punti. Il Sinigaglia torna ad essere terra di conquista, il Como, come spesso accaduto in questo campionato, si perde per strada  e una volta passato in svantaggio non riesce a recuperare. La squadra si demoralizza e si lascia andare e neanche i vari cambi proposti dalla panchina servono a dare la scossa. I tifosi a gran voce chiedono carattere, i ragazzi in campo cercano di metterci la voglia ma non riescono a riprendersi e per gli avversari è facile approfittarne. Un primo tempo giocato alla pari con il Como vicino per ben due volte al vantaggio ma anche gli ospiti hanno avuto una bella occasione da rete. Tutto quello che non ti aspetti, invece, avviene nella ripresa con la Feralpi che mette ko i lariani in soli 6’, poi la rincorsa tentata da parte dei ragazzi di mister Paolucci, criticato dai tifosi anche per le sostituzioni odierne, che risulta sterile.

Partono bene i lariani con un bel  diagonale di Daniele Donnarumma ma la palla scivola a lato di pochissimo, gli ospiti replicano improvvisamente al 6′ con Castagnetti che ci prova da lontano, in mezzo il Como non riesce a prendere possesso del gioco e sempre loro a controllare con estrema facilità. All’8′ Branduani anticipa Mendicino in uscita. Il bomber al 13′ mette in movimento Tremolada ma la difesa ospite fa buona guardia, il Como gioca e cerca di mettere sotto pressione la difesa avversaria con palle lungo le fasce, al 25′ ghiotta occasione per il bomber azzurro ma il tiro è deviato. Gli ospiti si affacciano in area comasca con un traversone che taglia in due lo spazio davanti a Perucchini. La ripresa è tremenda: al 5’ Berardocco, dopo aver raccolto una respinta di Daniele Donnarumma , lascia partire un fendente che trafigge Perucchini.

E’ l’inizio della fine, noi sbandiamo mentre loro intuiscono che è il momento di piazzare il colpo del ko che, puntuale, giunge all’11’ con un colpo di testa di Magli bravo a raccogliere un calcio d’angolo di Castagnetti. Noi ci proviamo ma non diamo pensieri a Branduani, solo un calcio di punizione di Tremolada al 14’ fa tremare gli ospiti. Via ai cambi ma poco cambia, loro si difendono con calma e noi non riusciamo ad accendere la luce. I tifosi si arrabbiano e cominciano a contestare, la partita si chiude tra i fischi.

(Fotoservizio di Enrico Levrini: vicino al titolo Mendicino in azione, a lato Schenetti impegnato nella difesa avversaria)

 

 

 

 

Più informazioni su