CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Rapina simulata, nei guai il cassiere dell’autosilo

Più informazioni su

Per la Procura era d’accordo con il bandito entrato in azione la sera del 1° dicembre scorso: bottino di 2.500 euro. Per il dipendente di Csu la denuncia per calunnia ed anche furto. Ora può presentare la sua controdeduzione.

 

 

 

Erano d’accordo anche per spartirsi il bottino: 2.500 euro portati via simulando una rapina con tanto di pistola. E’ questa la conclusione – un pò sorprendente a dire il vero – della Procura di Como nell’inchiesta sul colpo fatto lo scorso 1° dicembre – orario serale – da un bandito solitario alla cassa dell’autosilo di via Auguadri a Como. Per il magistrato che ha coordinato l’inchiesta, rapinatore (poi fatto arrestare dalle descrizioni della vittima) e cassiere erano d’accordo. Ora inchiesta conclusa ed avviso ad entrambi: il cassiere, dipendnete di Como servizi urbani, accusato di calunnia e furto.

Più informazioni su