CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La Libertas si riscatta subito e si “beve” Brescia

Più informazioni su

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE

I ragazzi di Della Rosa a segno dopo il ko di Cagliari. Partita controllata fin dalle prime battute, Dordei il migliore in campo. La soddisfazione del coach di casa:”Tutti bravi, hanno dato il loro contributo”.

 

 

La Cassa Rurale Cantù deve riscattarsi dopo la batosta di Cagliari e lo superando nettamente la centrale del latte di Brescia al Parini: netto 3-0 dopo una gara sempre controllata (B1 di volley maschile). I ragazzi di Della Rosa partono subito con un minibreak di 2-0, ma dopo qualche scambio Brescia riporta il match in parità e mette la freccia con l’attacco da posto 4 di Sgrò (6-5). L’equilibrio rimane invariato sino alla prima pausa tecnica che vede Cantù avanti 8-7 in virtù dell’errore in attacco di Pignatti. Cantù riallunga con due mani out consecutivi di Bellini (12-10) e coach Zambonardi chiama il suo primo time out discrezionale. Un ace e un errore al servizio di De Lucza mantengono invariato il distacco tra le due formazioni. Si va alla seconda pausa tecnica con Cantù avanti 16-13. All’uscita del time out gli ospiti sono bravi ad accorciare e riportarsi a contatto ma Dordei con un mani fuori chiude il parziale negativo e dare il la al contro break canturino che porta la Cassa Rurale avanti 20-15 e induce la panchina bresciana a fermare nuovamente il gioco. Ma Dordei continua a martellare dai nove metri e il vantaggio canturino cresce sino al 21-15. Brescia prova a rifarsi sotto ma il vantaggio di Cantù è ormai incolmabile e Cantù chiude il primo set 25-19.

L’inizio del secondo parziale è equilibrato con Brescia che tenta due allunghi sul 4-2 prima e sul 6-3 poi ma Cantù rimette subito il set sui binari della parità e mette la freccia con un attacco di Bellini, punto che manda le squadre alla prima pausa tecnica con Cantù avanti 8-7. Il turno al servizio di De Luca continua a infastidire i bresciani e coach Zambonardi è costretto a fermare nuovamente il gioco sul 10-7 in favore di Cantù. Brescia interrompe il parziale di 6-0 con un attacco di Rodella. La Centrale del Latte si riporta a contatto più volta ma Cantù conserva il vantaggio e induce la panchina di Brescia al secondo e ultimo time out discrezionale (14-11 Cassa Rurale). La sospensione non porta l’effetto desiderato perché Gerosa mette due ace di fila che portano le squadre al secondo tempo tecnico (il tabellone del Parini recita 16 per i padroni di casa e 11 per gli ospiti). Dopo il time out Cantù prova l’allungo decisivo con un parziale di 8–3 che da alla Cassa Rurale 10 set point. Francesco De Luca converte il secondo e Cantù vola in vantaggio di due set (25-15 il risultato del secondo parziale).

Cantù parte bene anche nel terzo parziale ce conquista immediatamente un break di 3-0 con l’attacco di Dordei e i due ace di Gerosa che inducono il tecnico bresciano a spendere il suo primo time out discrezionale. Brescia si riporta sotto e impatta a quota 6 grazie al muro di Agnellini su De Luca. L’equilibrio continua e alla prima sospensione tecnica Cantù è avanti di una sola lunghezza (8-7). Cantù allunga ancora con due punti consecutivi di Dordei e il muro di Gerosa. L’attacco outi di Pignatti e il muro di Dordei danno a Cantù il massimo vantaggio (13-9). Margine che rimane invariato sino alla seconda pausa tecnica (Cantù è avanti 16-12). Dopo la pausa Brescia si fa sotto e si riporta a una sola lunghezza di svantaggio. Max Della Rosa ferma il gioco e ci parla su (Cantù è sempre avanti 17-16). Appena rientrati in campo però una brutta ricezione canturina consente a Brescia di mettere a terra la palla del pareggio. Dopo qualche scambio equilibrato Cantù tenta di riallungare sul 21-19. Brescia chiama il secondo time out del set. Cantù allunga ancora grazie a due difese spettacolari di Butti e Ruggeri. Cantù si porta sul 24-21 e ha tre match point, il primo dei quali annullato dall’opposto ospite Pignatti. Il muro di Robbiati mette la parola fine al match, Cantù vince 3-0 e rimane da sola in testa alla classifica.

Alla fine del match Alessandro Dordei è stato nominato “MVP Billa” dell’incontro. Soddisfatto al termine dell’incontro il coach della Cassa Rurale Max Della Rosa: “Eravamo chiamati al riscatto immediato dopo la bruttissima sconfitta della scorsa settimana. Siamo stati bravi in tutti i fondamentali, a partire dalla ricezione. Quando riusciamo a ricevere bene per noi diventa tutto molto più facile. Siamo stati bravissimi anche in battuta, costringendo Brescia a giocare spesso palla alta. Loro sono bravi in questo ma alla lunga hanno pagato. Tutti i giocatori che sono scesi in campo hanno dato un ottimo contributo. Anche Ruggeri che è subentrato dalla panchina nei momenti decisivi del terzo set ha fatto due difese bellissime e importanti”.

 

LIBERTAS CASSA RURALE CANTU’ – CENTRALE DEL LATTE BRESCIA 3-0 (25-19, 25-15, 25-22)

LIBERTAS CASSA RURALE CANTU’: Gerosa, De Luca, Dordei, Bellini , Monguzzi, Robbiati, Butti (L1), Zago, Sala, Ruggeri, Verga, Panighini, Laneri (L2). All: Della Rosa. Ass: Redaelli.

CENTRALE DEL LATTE BRESCIA : Quartarone, Pignatti, Sgrò, Rodella, Agnellini, Maestrelli, Peli (L1), Rinaldin, Capriolo, Ferrari, Pellizzon. All. Zambonardi. Ass: Ugolini

ARBITRI: Cosimo Birtolo (Torino), Lorenzo Paolicelli (Torino).

 

Più informazioni su