CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lurago, si ubriacano e uccide il padre a coltellate

Più informazioni su

L’episodio è avvenuto nella notte dopo un litigio tra di loro. Protagonista un peruviano di 29 anni, sposato, operaio. Accesa discussione tra i due dopo aver bevuto troppo. Fermato subito dai carabinieri.

 

 

 

 

Un litigio e poi le coltellate. Lo avrebbe ucciso così, dopo una accesa discussione. L’episodio dopo la una della notte scorsa in un abitazione di Lurago Marinone, in piazza Roma. Un operaio peruviano di 29 anni, sposato e dipendente di una azienda del paese, ha colpito il padre, 50enne, con alcune coltellate al torace, vicino al cuore. Per l’uomo, in Italia da diverso tempo – rimasto senza lavoro da poco – non c’è stato nulla da fare: decesso quasi immediato nonostante l’intervento del personale del 118.

Il ragazzo, dopo essersi reso conto di quello che era accaduto, ha cercato di scappare in auto, ma non ha fatto molta strada. I carabinieri di Appiano e  Mozzate lo hanno rintracciato quasi subito e portato in caserma dove è stato interrogato. Da lui poche e confuse ammissioni: parebbe che la discussione, legata a motivi economici ed agli scarsi introiti in casa, sia nata dopo che padre e figlio si sarebbero abbondantemente ubriacati. Coltello trovato dai carabinieri di Cantù e sequestrato. Il giovane peruviano, su disposizione del Pm di turno in Procura Simona De Salvo, è già finito in cella al Bassone. Parenti e testimoni ancora in caserma dai carabinieri per essere sentiti e ricostruire la vicenda.

 

i

Più informazioni su