CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Gaffuri in Procura per spiegare:”Ho chiarito tutto”

Più informazioni su

Il consigliere comasco del Pd indagato per presunti abusi nei rimborsi al Pirellone. “Ho depositato una memoria di trenta pagine nella quale ho risposto voce per voce alle singole annotazioni di spesa: sono fiducioso”.

 

 

 

 

Tutto chiarito. Almeno secondo l’ormai ex capogruppo del Pd in Regione, il comasco Luca Gaffuri. Dopo essere finito anche lui nel registro degli indagati per i rimborsi “gonfiati”, ieri Gaffuri è andato in Procura a Milano a depositare una sua memoria difensiva nella quale ha spiegato punto per punto le contestazioni del Pm. Per lui, vale la pena ricordarlo, 22.500 euro di contestazione per pranzi e francobolli in particolare nei suoi quattro anni di permanenza in Regione. “Ho depositato un’estesa nota esplicativa, di oltre trenta pagine, con cui ho risposto voce per voce sulle singole annotazioni di spesa – fa sapere Gaffuri -. Credo di aver chiarito puntualmente ogni aspetto e dunque confido nell’esito positivo della vicenda. Non essendomi state poste ulteriori domande ho dato comunque la mia disponibilità qualora fossero necessari ulteriori chiarimenti”. Gaffuri ha sostenuto che i soldi richiesti erano per pranzi di lavoro, con regolare fattura, e per attività legate al suo ruolo di capogruppo del Pd.

Più informazioni su