CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sempre grave l’uomo che si è dato fuoco davanti a casa

Più informazioni su

Il gesto, tragico, venerdì dopo l’ennesima incomprensione con ex moglie e un figlio. Quest’ultimo poi è corso subito a spegnere le fiamme. Resta in prognosi riservata al Centro grandi ustionati di Torino.

 

 

 

Condizioni stazionarie. Sempre grave il 63enne canturino Michele Di Fonso che venerdì si è dato fuoco di fronte alla moglie e al figlio con i quali non riusciva più a convivere ed è stato costretto ad andare lontano. Proprio queste ragioni sarebbero alla base di quello che voleva essere un gesto forte e che rischia ora di lasciare serissime ripercussioni all’uomo. L’episodio in località Mirabello di Cantù.

L’allarme è stato lanciato dal figlio di Di Fonso che ha spento le fiamme usando la canna per innaffiare il giardino e poi ha chiesto l’aiuto dei vicini sino all’arrivo dell’ambulanza. Molte le ustioni subite dal 63enne, sia alle braccia che alle mani, ma pure al volto. E’ sempre ricoverato, in prognosi riservata, al centro grandi ustionati di Torino dove le sue condizioni sono monitorate di continuo. Finora, come detto, nessun peggioramento del quadro clinico complessivo.

 

Più informazioni su