CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cantù, sempre gravissimo dopo essersi dato fuoco

Più informazioni su

 

Quadro clinico complesso per il 63enne che ha fatto ieri mattina questo gesto davanti a casa della ex moglie a Mirabello. Il figlio lo ha notato per primo avvolto dalle fiamme dopo essersi cosparso di benzina.

 

 

 

 

E’ sempre in gravi condizioni, al Centro grandi ustionati di Torino dove è stato accompagnato subito dopo il gesto, il 63enne Michele Di Fonso, canturino, protagonista ieri in tarda mattinata del clamoroso gesto davanti a casa della ex moglie in via Tiziano a Mirabello di Cantù: dopo essersi cosparso di benzina il corpo, si è dato fuoco con l’accendino. E le fiamme che lo hanno avvolto subito gli hanno procurato serissime ustioni a volto, mani e buona parte della superficie del corpo. Un gesto figlio della disperazione e di una situazione difficile, da quanto si è potuto ricostruire, visto che Di Fonso da tempo non poteva più vivere in via Tiziano.

A notare per primo l’uomo avvolto dal fuoco è stato il figlio di 32 anni che poi ha cercato di spegnere le fiamme con l’acqua. Sono accorsi anche i vicini di casa e successivamente i pompieri. Grande mobilitaziione in tutta la zona di Mirabello. La ex moglie, dopo aver notato la scena, è andata in un cortile vicino. I due hanno quattro figli. Ora Di Fonso è in condizioni gravissime in ospedale.

 

Più informazioni su