CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Botte ai ragazzini per la droga: minorenne in cella

Più informazioni su

I carabinieri di Turate hanno chiuso il cerchio attorno allo spaccio nella zona dei giardini di Rovellasca. Finisce al Beccaria un 17enne marocchino. Già fermato, ad ottobre, anche il fratello maggiore.

 

 

Giovane, ma già deciso. Aggressivo con i coetanei tanto da essere temuto. Una sorta di piccolo-boss della bassa comasca che ora è in carcere al Beccaria di Milano. Lo hanno condotto i Carabinieri della Stazione di Turate che così hanno hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per questo minorenne di origine marocchine, residente a Rovellasca, accusato di essere un spacciatore di droga e di aver estorto delle somme di denaro da altri ragazzini della zonai. L’attività concentrata, in particolare, nei giardini  pubblici di Rovellasca. Qui, nel mese di ottobre 2012 i militari erano riusciti ad arrestare il fratello del giovane marocchino per spaccio in flagranza di reato e denunciando a piede libero il minorenne per lo stesso reato. In quell’occasione i militari avevano anche recuperato alcune dosi di cocaina e di hashish, pronte per la vendita.

Le indagini dei carabinieri di Turate sono, comunque, continuate. I militari hanno, infatti, dimostrato che il giovane marocchino, oltre ad aver continuato a spacciare anche dopo l’arresto del fratello, ha anche più volte preteso da alcuni giovani studenti che gli chiedevano dosi che questi gli “regalassero” somme di 100 euro a volta, oltre al pagamento della droga. Se loro si rifiutavano, il marocchino li picchiava violentemente. Diversi gli episodi simili negli ultimi mesi.

Più informazioni su