CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Spacciano al bar, blitz nella notte: locale chiuso!

Più informazioni su

E’ successo a Locate Varesino. I carabinieri, con Finanza e Questura, notificano la sospensione della licenza al titolare per 4 mesi: titolare complice degli immigrati che cedevano dosi. Nel bagno è saltata fuori tanta droga: ecco il dettaglio.

 

 

 

 

Stop allo spaccio di droga, ma anche all’attività del bar Paradiso di Locate Varesino. E’ successo la notte scorsq quando i  carabinieri  della Stazione Carabinieri di Mozzate hanno concluso una lunga ed impegnativa attività d’indagine che hanno iniziato già dal mese di giugno 2012 sullo spaccio di sostanze stupefacenti da parte di cittadini marocchini all’interno e nelle vicinanze del Bar Paradiso di vIa San Rocco. I militari, infatti, durante i servizi di pattuglia e di controllo del territorio avevano avuto modo di riscontrare in numerose occasioni che quel bar costituiva un luogo di incontro per cittadini marocchini, di cui molti con precedenti per spaccio di droga. Nel mese di dicembre scorso erano erano riusciti anche a denunciare in Procura a Como tre marocchini per spaccio.

Per due di loro, la notte scorsa, sono scattate le manette. Decisione della Perocura, firmata dal Gip Luciano Storaci. Questa notte, come anticipato, i Carabinieri di Mozzate hanno, quindi, rintracciato i due marocchini proprio all’interno del Bar di Locate Varesino, traendoli in arresto. I militari, poi, coadiuvati dai cinofili della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, hanno effettuato una perquisizione del locale e della zona circostante, rinvenendo in bagno:

  • 80 gr. di hashish;
  • 19 involucri di contenenti cocaina, per un peso complessivo di circa 10 gr,;
  • la somma di 300 euro, sicuro provento dello spaccio.

Gli arrestati:

  • E.M. N., nato in Marocco nel 1988, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato per reati inerenti gli stupefacenti;
  • L.A., nato in Marocco nel 1958, in Italia senza fissa dimora, con precedenti per reati inerenti gli stupefacenti;

Ora sono entrambi in carcere..

Inoltre, i militari hanno anche notificato al titolare del Bar  il provvedimento di sospensione della licenza per 4 mesi emesso del Questore di Como. La Questura di Como, infatti, visionati gli atti riferiti all’indagine svolta e recepita la proposta dei Carabinieri di Mozzate ha provveduto alla temporanea chiusura del locale, al fine di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica. Il Questore ha anche notato che il titolare del Bar, nonostante sicuramente sapesse dell’attività illecita commessa all’interno del proprio locale, ha mantenuto un atteggiamento fondamentalmente omissivo, non prendendo alcuna precauzione per allontanare gli spacciatori e tutelare il proprio locale ed gli avventori onesti.

Con i carabinieri impegnati a Locate anche Finanza (Nucleo cinofini) e polizia (squadra mobile della Questura).

Più informazioni su