CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ad Anzano del Parco si ricorda il valore di Perlasca

Più informazioni su

altUna mostra e una cerimonia dedicate all’eroe italiano che salvò migliaia di uomini dai campi di concentramento. Un’occasione per conoscere un pezzo di storia italiana proprio quando si ricorda il Giorno della Memoria.

 

Ricordare il passato per costruire il futuro. Una mostra su Giorgio Perlasca, l’uomo che salvò migliaia di vite. Era l’inverno del 1944-1945, e lui, cittadino italiano a Budapest, strappò allo sterminio nazista migliaia di ungheresi di religione ebraica fingendosi un console spagnolo. La mostra dal titolo „Budapest-I luoghi di Perlasca” è un’esposizione fotografica  ed è allestita presso la Scuola Primaria Giorgio Perlasca di Anzano del Parco (Como). Comprende più di 50 fotografie,  realizzate a Budapest da Massimo Moscardi,  che ne è il curatore. Un viaggio nella memoria tra le vie della capitale ungherese, percorse dallo stesso Perlasca in quegli anni. Tra le immagini esposte si ritrovano targhe e busti che nella città ricordano l’impresa dell’eroe italiano. Ma si possono ammirare anche i luoghi che furono al centro della vicenda di Giorgio Perlasca, ad esempio l’Albergo Astoria che ospitava al sesto piano gli uffici della ditta Saib per la quale Perlasca lavorava, la sede dell’Ambasciata della Spagna dove Perlasca si finse console per poter salvare gli ebrei di Budapest e infine anche le  ”case protette”, dove quest’ultimi erano stati segregati. La mostra è stata realizzata grazie ai patrocini di: Fondazione Giorgio Perlasca, Istituto Italiano di Cultura di Budapest e ministero degli Affari esteri ungherese attraverso l’iniziativa “Anno Culturale Italia-Ungheria 2013”. E domani, sabato 26 gennaio, alle ore 10.00 presso la Scuola Primaria Giorgio Perlasca di Anzano del Parco si terrà una cerimonia dedicata a Giorgio Perlasca. Un evento organizzato nell’ambito dell’anno culturale Ungheria- Italia 2013 e in concomitanza con il giorno della memoria. Saranno presenti massimo Moscardi, autore della mostra, il Sindaco di Anzano del Parco, Rinaldo Meroni e il Console generale d’Ungheria di Milano, István Manno.

 

Più informazioni su