CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Appalti truccati, ora si scava tra i documenti lariani

Più informazioni su

Carabinieri in borghese in comune a Como per acquisire la documentazione di questa gara “sospetta”. Sedici gli indagati, attesa per gli interrogatori degli arrestati. Tra di loro anche un imprenditore di Turate.

 

 

 

 

 

Si sono presentati in borghese al comune di Como. Per cercare di destare meno sospetti possibile. Ma la loro presenza – i carabinieri di Milano in borghese – non è sfuggita di certo: i militari hanno chiesto ed ottenuto la documentazione dell’appalto, che i Pm milanesi definiscono sospetto e meritevole di attenzione, sulla gara per la cessione al comune di Como di 7 auto elettriche. Era il 2008, la giunta giudata da Stefano Bruni. L’inchiesta sulle presunte irregolarità negli appalti con enti pubblici, partita e sviluppata a Milano, porta ora anche a questa direttrice lariana. In Procura a Milano ora si scava e si guarda da vicino anche questa vicenda.

C’è attesa per gli interrogatori dei 16 indagati, alcuni di loro finiti in carcere o ai domiciliari. E’ il caso dell’imprenditore di Turate Oreste Ceriani e dell’ex consigliere comunale di Lurate Caccivio Monica Pasello, quest’ultima ai domiciliari. Ceriani è accusato di aver fatto parte dell’organizzazione che gestiva i presunti appalti truccati sul noleggio di auto con gli enti pubblici a Milano. Ceriani è amministratore delegato della Kaleidos srl, società di Saronno vicina alla Compagnia delle Opere e a Comunione e Liberazione.

Più informazioni su