CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

I fucili di papà sono ancora in casa: denuncia

Più informazioni su

La protagonista è una donna di 48 anni di Gravedona: detenzione illegale di armi e munizioni per non aver mai regolarizzato il lascito del genitore. Ai tempi erano regolarmente posseduti, lei non ha mai fatto nulla. Il controllo dei carabinieri.

 

 

 

Lei sostiene di essere vittima di una leggerezza, una dimenticanza. Mai ha regolarizzato le armi lasciate – oltre vent’anni fa quando è morto, dal padre cacciatore: due fucili ed una carabina con relative minuzioni. Per i carabinieri della stazione di Gravedona, che hanno effettuato il controllo a casa sua, si tratta di un reato a tutto tondo. Armi sequestrate e per lei, 48enne del paese (V. G. le iniziali), la denuncia in sede penale per detenzione illegale di armi da sparo e relativo munizionamento. E’ accaduto proprio a Gravedona, alto lago di Como dove i militari hanno intensificato gli accertamenti mirati al controllo di chi possiede armi. Verifiche ed accertamenti che hanno portato a bussare anche a casa della donna. Lei stessa ha ammesso di non aver mai provveduto a regolarizzare la posizione dei fucili di papà, ora finiti sotto sequestro.

Più informazioni su