CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

34 simboli bocciati e c’è anche quello della Lega

Più informazioni su

La decisione è stata comunicata oggi dal Ministero dell’Interno: fuori anche i “cloni” di Grillo, Ingroia e Monti per carenza di documentazione. A tradire il Carroccio la M maiuscola con la quale era stato indicato Tremonti.

 

 

Sono 169 i simboli regolari tra i 219 depositati nei giorni scorsi in vista delle elezioni (politiche e regionali) di febbraio. Oggi è arrivata la conferma dopo un’attento esame dei simboli. Fra quelli bocciati  quello della Lega Nord con il doppio nome di Maroni e TreMonti e gli altri sui quali c’erano state polemiche nei giorni scorsi perché si confondevano con quelli del Movimento 5 Stelle, delle liste Monti e di Ingroia: tutti respinti per carenza di documentazione. L’elenco completo è sul sito del Ministero . Il simbolo della Lega è stato ricusato perché contiene una scritta Tremonti, con la M maiuscola, che può far pensare al presidente del Consiglio, come ha dichiarato l’ex ministro Roberto Calderoli. Ora i 34 respinti hanno 48 ore di tempo per sanare le irregolarità e depositare un nuovo simbolo. Altrimento l’esclusione sarà definitiva.

 

Più informazioni su