CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Riecco il successo, un “brodino” con il Sion!

Più informazioni su

In un freddo Sinigaglia gli azzurri tornano a vincere contro la formazione svizzera di Rino Gattuso. Tutto nel primo tempo. Domenica prossima riparte il campionato: arriva la Tritium ed è vietato sbagliare.

 

 

 

 

Pochissimi presenti, circa 400 spettatori, all’amichevole internazionale che ha visto di fronte Como e Sion al Sinigaglia. Dopo le delusioni i tifosi lariani si godono una vittoria (2-1) anche se di grossi spunti per gioire non ce ne sono. Il lavoro da svolgere per mister Paolucci è sicuramente tanto in quanto la squadra denota ancora mancanza di personalità, forse dovuta proprio alla mancanza di risultati positivi, e alcuni elementi devono ritrovare il passo giusto a cominciare da Tremolada attorno al quale erano nate le principali aspirazioni della società per costruire una squadra vincente. Il numero dieci azzurro è sicuramente dotato di classe ma, al momento, appare piuttosto smarrito nel contesto della formazione e non riesce ad esserne il trascinatore. Certo è tutto il complesso che deve crescere e migliorare ed oggi un brodino è arrivato a dar tranquillità al lavoro della settimana a venire che prelude ad un o scontro importante domenica prossima con il Tritium. Il Sion non ha dato a vedere grandi cose ed anzi è stato ben al di sotto delle aspettative della vigilia, impacciato anche se con un Rino Gattuso autentico punto di riferimento dei biancorossi e grande lottatore come sempre.

I lariani si presentano con l’inedita  coppia centrale difensiva composta da Ambrosini e Migliorini mentre a destra giostra Luoni e dalla parte opposta Daniele Donnarumma. In panca quest’oggi il “leone azzurro” Andrea Ardito in mezzo cercano di far girare Giampà, Scialpi, Lisi con in posizione di trequartista Tremolada mentre la coppia offensiva è composta da Mendicino e Alfredo Donnarumma.  Buona manovra offensiva del Como all’8’ quando Tremolada dalla destra mette in mezzo un bel pallone per Mendicino, il centravanti vola verso la porta del Sion e lascia partire una sciabolata dal limite dell’area che va alta sulla traversa. Replica degli ospiti al 17’ con un rasoterra di Magairaz che non impensierisce Perucchini.. Grande occasione per i lariani al 21’ quando Lisi riceve da Tremolada un invitante assist, il  comasco entra in area da destra e si presenta solitario davanti a Vanins, il diagonale basso si perde sul fondo senza centrare la porta avversaria. La rete è però nell’aria e al 29’ gli azzurri fanno centro  con Lisi che è bravo a sfruttare al meglio uno svarione difensivo di Marquez e a trafiggere Vanins  con un tiro da distanza ravvicinata.

La cortesia viene restituita dagli azzurri al 30’ quando Mendicino, in una strana posizione difensiva, fornisce, anziché allontanare la sfera dalla propria trequarti,  con  un avventato retropassaggio un delizioso assisti a Yoda che non ci pensa su e infila tra le gambe Perucchini. Poche emozioni ma proprio al 45’ arriva una splendida giocata di Alfredo Donnarumma che, da sinistra, inventa un soffice e preciso tocco che s’infila proprio all’incrocio della porta dei rossocrociati. Girandola di sostituzioni nella seconda parte e gli azzurri vanno di nuovo vicini alla rete con Mendicino che sfiora con la fronte un traversone dalla sinistra di Donnarumma.  E’ stesso attaccante azzurro a riprovarci tre minuti dopo con una fiondata dal limite area ma Karlen, entrato ad inizio ripresa, para sicuro. I biancorossi di Munoz non ci stanno e cominciano a premere con insistenza nella metacampo azzurra  ma non riescono a creare grossi pericoli a Twardzik. Un “brodino” dopo tanti ko e delusioni. Domenica il Como torna il campionato ed arriva la Tritium. Sbagliare è assolutamente vietato….

Più informazioni su